Effetto hair contouring: cos’è e perché dovresti provarlo

Pubblicità
Pubblicità

Chiunque pensi che il contouring sia solo una tecnica di make-up è rimasto indietro. Puntare sui contrasti di luce e ombra, per ottenere un effetto pluridimensionale e luminoso, piace anche sui capelli. Non è un caso se l’hair contouring sarà una delle tendenze più forti del 2022 in fatto di colorazione.

HAIR TIPS

Dal bixie al bicolore: sette modi in cui porteremo i capelli nel 2022

L’hair contouring consiste nell’illuminare il viso attraverso la schiaritura delle ciocche che lo circondano. A differenza, però, di un altro styling, il cosiddetto money piece alla Geri Halliwell ai tempi delle Spice Girls, pure tornato di moda, che prevede larghe mèche sul davanti in forte contrasto con il colore naturale, nell’hair contouring la schiaritura è lieve, di uno o al massimo due toni, e non si concentra solo sulla frangia ma si diffonde armonicamente sul resto della capigliatura.

I vantaggi dell’hair contouring

La modella e imprenditrice beauty Miranda Kerr 

Miranda Kerr è una delle principali ambasciatrici dei riflessi chiari e delicati che illuminano il viso, adottati tra le altre star anche da Beyoncé. I motivi di fortuna dell’hair contouring, d’altra parte, sono diversi: in primis, la ricrescita è facile da gestire, perché la tinta non si sovrappone al colore naturale, ma si alterna ad esso, in gradazione. Non richiede quindi un grande mantenimento e non risulta mai antiestetica. L’hair contouring funziona poi su tutti i tipi di capelli: il suo effetto pluridimensionale anima lisci e mossi, lunghi o corti, biondi o bruni e ha il potere di esaltare l’incarnato del viso o il colore degli occhi.

Nell’hair contouring, non è necessario che la schiaritura parta dalla radice: può anche sfumare, contornando il viso, in un progressivo chiarore a partire dalla zona che si intende valorizzare, ad esempio dalla fronte o dagli occhi. Uno styling che permette anche di divertirsi con diverse acconciature, con i raccolti, bassi o alti, code o chignon, che lascino libere le sole ciocche davanti. In estate, la stessa tecnica di colore non farà che esaltare l’abbronzatura. Ecco un altro punto a favore dell’hair contouring: è adatto a tutte le stagioni.

Hair contouring e money piece

L’hair contouring sembra insomma il compromesso perfetto per chi si vede spenta e vuole apportare un tocco di luminosità al proprio look senza necessariamente cambiare colore. Potrebbe rivelarsi un test glamour per sperimentare nuove tonalità sui capelli senza ricorrere alle demarcazioni nette viste su alcune celebrità come Bella Hadid o Dua Lipa, che l’anno scorso hanno riportato in vetta l’hairstyle bicolor in stile Ginger Spice/Geri Halliwell: il money piece.

La popstar Dua Lipa 

Come spiega Tom Smith, hairstylist britannico ed esperto di colorazione presso Evo Hair, “al posto di raggruppamenti compatti di luce, l’hair contouring sfrutta un contrasto luminoso dalle sfumature più leggere, disegnato attorno al volto in un color block delicato” che si sparge sul resto della capigliatura. Secondo l’esperto, “il famoso money piece torna con l’hair contouring ma con una svolta più contemporanea”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source