Elezioni in Finlandia, testa a testa tra centrodestra e socialdemocratici: Sanna Marin ancora in corsa per la premiership

Pubblicità
Pubblicità

HELSINKI- Testa a testa tra il centrodestra della Coalizione Nazionale di Petteri Orpo e i socialdemocratici della premier uscente Sanna Marin, che in questo momento sono alla pari, 20,6%, quando è stato scrutinato il 48,8% dei voti: questi i primi dati parziali dello spoglio in corso in Finlandia dove oggi si è votato per il rinnovo del Parlamento. Al momento l’estrema destra anti-migranti e anti-Ue di Riikka Purra, non sembra aver sfondato: è di due punti percentuali indietro rispetto ai primi due partiti.

Il partito dei conservatori della Coalizione nazionale guidata da Petteri Orpo e i socialdemocratici di Marin sono al 20,6%.

Apparentemente deluse dunque le aspettative di Purra, anche se nel quartier generale del partito si spera ancora: “Nel voto anticipato non brilliamo. Siamo ancora in gioco”.

La sfida di Marin

La premier Marin invece incassa più voti del previsto e ha ancora la possibilità di rimanere premier. Il primo partito ha il diritto di formare un governo cercando in Parlamento una maggioranza tra i 200 deputati. I sondaggi davano il centrodestra di poco avanti all’estrema destra e ai socialdemocratici.

I seggi si sono chiusi alle ore 20, le 19 in Italia, ma il 40 per cento era già ricorso al voto anticipato, e saranno le loro schede – di solito di gente anziana e delle zone rurali, dunque vicine al partito del Centro liberale, di solito quarta ma decisiva forza perché spesso ago della bilancia – ad essere scrutinate per prima.

Dalla pandmia alla Nato, l’eredità della premier

Nel 2019 tutti e tre i principali partiti erano al 17%. Marin è diventata premier nel dicembre del 2019, a 34 anni, quando ha preso il posto del suo leader Antti Rinne, travolto da una protesta dei sindacati. Ha guidato il Paese durante la pandemia e la guerra in Ucraina, e lo sta conducendo dopo decenni di neutralità all’ingresso nella Nato, per cui mancano ormai pochi dettagli burocratici.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *