Eriksen torna ad allenarsi a 173 giorni dall’arresto cardiaco. L’Odense: ”Felici di averlo qui”

Pubblicità
Pubblicità

Christian Eriksen torna su un campo di calcio. A 173 giorni da quel terribile 12 giugno in cui crollò a terra per un malore durante Danimarca-Finlandia e in cui rischiò la vita, il 29enne centrocampista ancora tesserato con l’Inter si è allenato con l’Odense Boldklub, squadra in cui giocò prima di passare all’Ajax e che lo lanciò nel grande calcio.

“Felici che sia qui”

“Siamo davvero felici che Christian Eriksen si mantenga in forma in questo momento sui nostri campi. Si sta allenando da solo. Siamo rimasti in contatto con lui dai tempi in cui è cresciuto qui e quindi siamo felici che ci abbia chiesto se poteva allenarsi per tornare in forma”. Queste le parole di Michael Hemmingsen, direttore sportivo dell’Odense che ha messo a disposizione di Eriksen il campo di allenamento più nascosto ad Adalen. Durante la seduta, l’ex centrocampista del Tottenham, tornato per la prima volta in un rettangolo verde, ha svolto un allenamento cardio-vascolare e si è esercitato con dei tiri in porta.

L’Uefa premia Kjaer e i medici danesi che salvarono la vita a Eriksen

Non può giocare in Italia

Davvero una bellissima notizia se si ripensa alle immagini di sei mesi fa di Eriksen giacente a terra a Copenaghen, circondato da compagni e medici nel disperato tentativo di rianimarlo. Dopo quel giorno a Eriksen è stato impiantato un defibrillatore e per questo, secondo le norme federali, non può giocare in Italia. Dunque se sarà quasi impossibile rivederlo con la maglia dell’Inter, da oggi tuttavia ci sono grandi speranze che possa tornare al calcio giocato. Su Eriksen recentemente aveva speso parole al miele Dani Alves, auspicando che potesse essere lui a vincere il Pallone d’Oro: “Dovrebbe vincerlo lui – le parole del terzino brasiliano – per mandare un messaggio al mondo, che la vita è più importante del calcio”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source