Esperienze digitali con emozioni vere le soluzioni di targetmotivation per i meeting aziendali di fine anno

Esperienze digitali con emozioni vere: le soluzioni di targetmotivation per i meeting aziendali di fine anno

Libero Quotidiano News
Pubblicità

Condividi:

20 novembre 2020

(Venezia 20 novembre 2020) – L’agenzia, leader nell’organizzazione eventi, condivide i trend del settore e racconta il suo format per consentire alle aziende di non rinunciare alla chiusura e inizio dell’anno.
Venezia, 20 novembre 2020 – Si avvicina la fine dell’anno, in un clima che, dopo la pausa dei mesi estivi, torna a essere caratterizzato da grande incertezza per l’event industry. Nel settore, però, ci sono realtà che continuano a lavorare senza sosta, proponendo nuove soluzioni per le aziende che non intendono rinunciare ai propri eventi. Una di queste è
Ora, in occasione della fine del 2020, momento importantissimo nella vita aziendale, in cui si raccolgono le energie in vista di nuovi obiettivi, Target Motivation sta lavorando alla creazione di format per i meeting di chiusura dell’anno e di speciali team building di Natale, per consentire ai propri clienti di non sospendere le attività interne motivazionali e di formazione, nel 2020 più importanti che mai.
Giorgia Sbrogiò, responsabile del reparto Design & Technology , parla delle nuove opportunità messe in campo e condivide i dati raccolti in questi mesi.
Lavorando a contatto con meeting planner e event manager, può dirci quali sono le sfide che queste figure devono affrontare in vista della fine dell’anno e quali sono le tendenze del settore?
Senz’altro anche in questa seconda parte dell’anno stiamo vivendo un momento di nuova incertezza, con molte aziende ancora in smart working e con le policy per gli eventi in continua evoluzione. La sfida per queste figure, però, è proprio quella di riuscire a non interrompere le attività e a trovare un modo safe per riprogrammare gli eventi,di percorrere strade innovative e non attendere in maniera passiva che la situazione rientri.
La buona notizia è che ora disponiamo di strumenti e tecnologie dalle enormi potenzialità, che stanno dando la possibilità al settore di non fermarsi. Da quando abbiamo proposto
Perché un format proprio per la chisura dell’anno e quali soluzioni offrite?
Perché la chiusura dell’anno, insieme all’apertura naturalmente, rappresenta un momento molto importante nella vita aziendale, in cui si fa il punto della situazione, si raccolgono le forze e si stabiliscono nuovi obiettivi da raggiungere insieme. Soprattutto ora, quando anche i team di lavoro hanno risentito del periodo di incertezza e a volte del rallentamento; troviamo perciò che sia una priorità da non sottovalutare. E d’altra parte, sono diverse le richieste che abbiamo ricevuto in questa direzione, sia per la chiusura del 2020, sia per l’inizio del 2021.
C’è bisogno di nuova energia e per questo stiamo lavorando per creare esperienze digitali che diano vere emozioni a chi vi partecipa e per aiutare i team di lavoro a trovare la giusta motivazione per affrontare in maniera positiva le sfide di questo periodo. Si va dai meeting di chiusura veri e propri, con conferenze e interventi vari, fino a momenti di intrattenimento e a team building virtuali. In particolare, abbiamo costruito delle attività di Team Building di Natale molto originali in formato digitale.
Quali sono le opportunità in concreto per i meeting di fine anno digitali?
Prima di tutto, per ogni meeting viene creato un progetto personalizzato, curando ogni dettaglio in modo che diventi l’evento dell’anno, spettacolare e da ricordare, grazie anche a scenografie all’avanguardia tridimensionali o addirittura alla realtà aumentata. Per esempio, per uno dei meeting in fase di organizzazione, con Engage 3D stiamo ricreando virtualmente una città italiana e l’idea è di prevedere diversi meeting, ambientati invece in altre città virtuali, anche europee e statunitensi.
In altre parole, mostriamo alle aziende come la digitalizzazione di un evento sia da vedere come un punto di forza, che trasforma un meeting tradizionale in un’esperienza innovativa offerta che rafforza il brand. Il nostro obiettivo, inoltre, è che i meeting non siano attività passive, con i collaboratori che semplicemente si collegano da remoto e assistono a dei webinar: con il nostro format diventano protagonisti attivi dei meeting, che interagiscono con le scenografie , chattano tra di loro, fanno networking, partecipano ai momenti di Q&A e addirittura giocano in squadre durante le attività di team building.
Una delle proposte che distingue il vostro format sono i team building digitali. Può raccontarci come funzionano?
Le attività di team building a tema natalizio sono molto apprezzate per la loro originalità e per le diverse possibilità offerte. Per esempio ci sono il Christmas Quiz Challenge, con domande a tema vario, in cui a vincere è chi risponde per primo correttamente; il Save Christmas, Escape Game in cui i partecipanti, suddivisi in squadre e in stanze virtuali, devono ricreare in tempo la formula magica della Polvere di Stelle, o ancora il Let it Show, un contest online incentrato sulle colonne sonore e sui film che rendono magico il periodo natalizio, con musiche e spezzoni di film da indovinare o addirittura da doppiare. Il Christmas contest invece dura più giorni e prevede delle sfide come il più bell’albero di Natale, il dolce più ben riuscito o il maglione natalizio più originale, mentre il Virtual Choir prevede che ognuno registri piccole clip che poi verranno unite per comporre una canzone natalizia.
Per informazioni: Giorgia Sbrogiò,



Go to Source