Europarlamento, Mulè (Fi): “Un disastro le divisioni italiane. Ma se il governo ci avesse coinvolti, saremmo arrivati a un’intesa”

La Republica News

La tempesta perfetta. All’Europarlamento i deputati italiani sono riusciti a dividersi su tutto. Lega e Forza Italia hanno bocciato l’emendamento dei verdi a favore dei coronabond. I 5Stelle si sono astenuti sulla risoluzione finale, addirittura con tre voti contrari. E in questo caso a spaccarsi gli azzurri hanno votato come Pd e Iv. Giorgio Mulè, portavoce dei gruppi di Forza Italia alla Camera e al Senato, non è un disastro per il nostro Paese arrivare al Consiglio europeo con le forze politiche così divise?”Sì, è stato un disastro. Ne sono consapevole. Trovare una posizione unitaria ci avrebbe dato più forza nella trattativa. Io dico che l’unione fa la forza ma l’unione va ricercata”.E chi avrebbe dovuto farlo?”Il governo avrebbe dovuto mettere tutti intorno a un tavolo. Maggioranza e opposizione. E su un Mes senza condizioni, senza alcun rischio di intervento della trojka, si poteva arrivare a una posizione comune. A volta basta cambiare l’albero lessicale. Magari non usando la parola Mes, ma Pippo o Paperino, ma su titoli garantiti dall’Europa l’intesa di poteva trovare”.repApprofondimento

Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi