‘Eurovision: Europe Shine a Light’, si parte, anche se a distanza: per l’Italia canta Diodato

La Republica News

La musica non si ferma, nonostante la pandemia, e così anche l’Eurovision Song Contest, la gara canora più pop (e kitsch) d’Europa, diventa qualcos’altro. Una gara senza gara, uno show realizzato da remoto che mantiene però la sua grande carica positiva e di colore: anche il nome è diverso, più potente se vogliamo. E dunque, arriva Europe Shine a Light – Accendiamo la musica: un modo per portare ‘luce’ a questa Europa martoriata dal Covid-19. Per l’Italia il grande rappresentante è Diodato, fresco vincitore di Sanremo con Fai rumore e di un David di Donatello per il brano Che vita meravigliosa, inserito non solo nel suo recente album ma anche nel film di Ferzan Ozpetek, La dea fortuna. Per l’occasione Antonio Diodato, classe 1981, eseguirà Fai rumore in uno dei luoghi-capolavori d’Italia, l’Arena di Verona, davanti a una platea vuota.le esibizioni di 41 artisti che eseguiranno il loro brano e si collegheranno per delle performance speciali, per poi unirsi – “dalle loro location in tutta Europa”, fanno sapere da Eurovision – per cantare insieme la canzone vincitrice del 1997, Love Shine a Light di Katrina and the Waves. Nella stessa serata, per la diretta di Rai 1, sono previsti altri contributi video e collegamenti con i partecipanti italiani alle ultime cinque edizioni dell’Eurovision Song Contest,”Questa drammatica situazione deve trasformarsi nella grande rivoluzione civile e sociale che il nostro Paese attende da troppi anni. Lo faremo insieme, uniti come mai prima d’ora.”, ha scritto Diodato su Facebook dopo la vittoria del David di Donatello e alla vigilia di Shine a Light. Che le luci si accendano, allora. Facciamo rumore.

Go to Source

Rispondi