Eurovision Song Festival, Mahmood rinvia il tour italiano e la cantante Ucraina si ritira

Pubblicità
Pubblicità

La partecipazione del cantante Mahmood all’Eurovision Song Contest che si terrà a Torino dal 10 al 14 maggio, in Italia dopo la vittoria lo scorso anno dei Maneskin, lo ha convinto a rimandare gli appuntamenti italiani del suo tour, lasciando solo la data zero, giovedì 21 aprile al Live Music Club di Trezzo sull’Adda, in provincia di Milano. Il vincitore del Festival di Sanremo 2022, insieme a Blanco, con il brano Brividi, il più ascoltato di sempre in un giorno su Spotify Italia con 3.384.192 stream in sole 24 ore dall’uscita e certificato Disco di Platino in meno di due settimane.

Mahmood e Blanco da record, ‘Brividi’ disco di platino in meno di due settimane

Dopo Trezzo Mahmood si esibirà solo all’estero, partendo il 23 aprile dal Bataclan a Parigi per proseguire poi ad Anversa, Amsterdam, Losanna, Zurigo, Londra, Madrid e Varsavia, tutti concerti che recuperano date saltate nel 2021 a causa della pandemia. Tornerà ad esibirsi nella Penisola lunedì 16 maggio al Concordia di Venaria (Torino), martedì 17 e mercoledì 18 maggio all’Alcatraz di Milano, sabato 21 all’Atlantico Live di Roma. Domenica 22 sarà alla Casa della Musica di Napoli, martedì 24 al Tuscany Hall di Firenze, mercoledì 25 al Gran Teatro Geox di Padova e martedì 31 maggio al Vox Club di Nonantola in provincia di Modena. Molte delle tappe italiane sono già sold out.

Polemica invece in Ucraina per la cantante Alina Pash, che avrebbe dovuto rappresentare il Paese all’Eurovision Song Contest 2022. Alina Pash ha annunciato su Instagram che si ritirerà dal rappresentare Kiev dopo le polemiche scoppiate per la sua visita nel 2015 nella penisola di Crimea, annessa alla Russia, che non la rende più una degna rappresentante. Solo cinque giorni fa aveva vinto la selezione ucraina Vidbir 2022 con la canzone Tini Zabutykh Predkiv. Nei prossimi giorni verrà comunicato chi la sostituirà.

Alina Pash ha invitato su Instragram gli ucraini a “restare uniti, oggi è più importante che mai” ed ha aggiunto: ” Sono una cittadina ucraina, seguo le leggi dello Stato e cerco di portare le tradizioni ed i valori dell’Ucraina nel mondo. Sono un’artista e non una politica e non voglio una guerra virtuale su una canzone. La guerra la fanno gli stranieri contro di noi dal 2014. Con il cuore spezzato ritiro la mia  candidatura a rappresentare l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2022 in Italia. Sono incredibilmente dispiaciuta”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source