F1, Gp Brasile: Bottas vince la sprint race, è in pole. Verstappen secondo, Hamilton rimonta da ultimo a quinto ma partirà decimo

Pubblicità
Pubblicità

Valtteri Bottas si aggiudica la qualifica sprint del Gran Premio del Brasile di Formula 1 e partirà dalla pole position nella gara di domani, domenica. Il finlandese della Mercedes beffa nella partenza il leader del Mondiale Max Verstappen (Red Bull) e lo tiene alle sue spalle sino al traguardo: l’olandese incrementa comunque il suo vantaggio in classifica pilota di altri due punti. Notevole terzo posto per lo spagnolo Carlos Sainz, che resiste agli assalti di Sergio Perez, e porta a casa un punto con la sua Ferrari. È settima l’altra Rossa guidata dal monegasco Charles Leclerc, mentre il britannico Lewis Hamilton (Mercedes), partito dal fondo dopo la squalifica per il DRS, è protagonista di una stroarindaria rimonta arrivando in soli 24 giri fino alla quinta piazza: partirà dunque decimo a causa della penalizzazione di cinque posizioni in griglia.

F1, Gp Brasile: punito Hamilton, partirà ultimo nella sprint race

“La partenza è stata la chiave. Sapevamo che la soft ci avrebbe aiutato, dovevo sopravvivere fino alla fine ma Verstappen faticava a seguirmi in alcune curve. Sono contento sia andato tutto alla perfezione”, analizza Bottas. “È stata una partenza grandiosa, ce n’era bisogno perché era una cosa che volevo migliorare nella seconda parte di stagione, averlo fatto mi dà un’iniezione di fiducia”, commenta Sainz. “Nelle prime tre curve ho attaccato al massimo, poi ho faticato con le soft, ero sempre al limite nella curva 1”.

“La gomma soft era un po’ meglio in partenza, ma dopo doveva essere la media ad andare più forte. Invece ho fatto molta fatica, fin dall’inizio. Devo lavorare e capire, ho fatto più fatica di Carlos che ha fatto una gara molto bella”. Charles Leclerc, settimo, non ha brillato: “Devo lavorare su me stesso. La macchina va forte, sono io che mi sono fatto passare oggi. Dunque devo lavorare per domenica. Che gara sarà? Tutto è possibile, domani bisogna valutare la scelta della gomma. Puntiamo a risorpassare la McLaren e finire davanti a loro con entrambe le macchine”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source