F1, Mercedes rinuncia ad appello: “Ma ad Abu Dhabi persa fiducia nelle corse”

Pubblicità
Pubblicità

La Mercedes “consegna” ufficialmente il Mondiale di F1 a Max Verstappen. Dopo un’attenta riflessione, la scuderia anglo-tedesca ha deciso di tornare sui propri passi e rinunciare al ricorso presentato alla Fia dopo l’ultima gara di Abu Dhabi, che ha lauretato il pilota olandese della Red Bull nuovo campione del circus a spese di Hamilton.

F1, la Fia vuole fare chiarezza sulla safety car di Abu Dhabi

L’attacco alla Fia: “Eravamo increduli”

“Abbiamo lasciato Abu Dhabi increduli di ciò che avevamo appena visto – si legge una nota della Mercedes, che non le manda a dire alla Federazione – Certo, fa parte del gioco perdere una gara, ma è qualcosa di diverso quando perdi fiducia nelle corse. Siamo sempre stati guidati dal nostro amore per questo sport e crediamo che ogni competizione debba essere vinta sul merito. Nella gara di domenica molti hanno sentito, noi compresi, che l’andamento delle cose non fosse giusto. Il motivo per cui abbiamo protestato è stato perché i regolamenti della Safety Car sono stati applicati in un modo nuovo che ha influenzato il risultato della gara, dopo che Lewis era stato al comando e in corsa per vincere il campionato del mondo. Abbiamo fatto appello nell’interesse della correttezza sportiva e da allora abbiamo instaurato un dialogo costruttivo con la Fia e la Formula 1 per creare chiarezza per il futuro, in modo che tutti i concorrenti conoscano le regole in base alle quali corrono e come verranno applicate”.

F1, Hamilton si consola con il titolo di baronetto

“Congratulazioni, è stata lotta epica”

Poi però, a freddo, il dietrofront con tanto di complimenti agli avversari della Red Bull. “Vorremmo esprimere il nostro sincero rispetto per i risultati ottenuti in questa stagione. Avete reso questa lotta per il titolo del campionato di Formula 1 davvero epica. Max, ci congratuliamo con te e tutta la tua squadra. Non vediamo l’ora di lottare con voi in pista anche la prossima stagione”, scrive ancora la scuderia guidata da Toto Wolff. Non manca l’omaggio ad Hamilton: “Lewis sei il più grande pilota nella storia della Formula 1. Hai messo il cuore in ogni giro di questa incredibile stagione. Sei un perfetto uomo di sport dentro e fuori dalle piste, con performance impeccabili: sei un modello per milioni di persone nel mondo”. E i ringraziamenti a Bottas, che dalla prossima stagione saluterà la Mercedes per passare all’Alfa Romeo: “Sei stato una parte così importante di questa squadra, vincendo cinque Campionati Costruttori in cinque stagioni. Grazie per il tuo straordinario contributo alla nostra storia”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source