175118307 693f2a04 0022 4f8c a494 837e2da331d2

Fano, ragazzi aggrediti per lo smalto sulle unghie. “Ho creduto di morire”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

175118307 693f2a04 0022 4f8c a494 837e2da331d2

FANO – Deriso perché porta abitualmente lo smalto nero sulle unghie, e un ciuffo di capelli tinto di bianco, un 18enne di Pesaro è stato aggredito e minacciato a Fano da una quindicina di giovani, “mai visti prima, tutti stranieri”, con 5-6 di loro che lo hanno bloccato tentando di dare fuoco alle dita “per togliermi lo smalto”. Ad avere la peggio è stato però l’amico che era con lui, un 17enne, che ha cercato di fermare il branco ed è stato colpito ripetutamente con calci in faccia e sulla schiena. “Nessuno è venuto ad aiutarci”. E’ successo sabato sera nei pressi della Rocca Malatestiana e il minorenne pestato ha riportato la frattura del naso e di un dito. “Continuo a pensare che sarei potuto morire così, senza motivo”, ha raccontato alle pagine locali del Resto del Carlino il ragazzo che è intervenuto per soccorrere l’amico.

“Questa cosa è venuta dal nulla, dalla voglia di questa gente di fare a botte. Erano tutti intorno a noi e spuntavano tante mani. Uno ha visto lo smalto del mio amico e gli ha chiesto: ‘Perché?”. A quel punto è spuntato fuori l’accendino. Il 17enne ha cercato di difendere l’amico, ma è partito il pestaggio. “Sentivo il mio amico che li implorava di fermarsi. Se avessero continuato a darmi botte in testa sarei potuto morire”.



Go to Source