204216175 ecd187a4 4582 4dca bc8e c13323a40a99

Festival di Sanremo, lo sfogo di Bugo: “Continuano a schernirmi, mi sono rotto”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

204216175 ecd187a4 4582 4dca bc8e c13323a40a99

“Ciao ragazzi, parto dalla fine dicendo che mi sono rotto. Lo dico perché è da un anno che leggo qualsiasi cosa su di me che nulla c’entra con la musica e non ho mai replicato”. Inizia così un lungo post di Cristian Bugatti, in arte Bugo, in gara al 71esimo Festival di Sanremo. “Capisco la libertà di parola, è un diritto sacro e la rispetto, ma quando i giornalisti musicali usano come scusa una cosa accaduta più di un anno fa per schernirmi, allora siamo oltre all’ambito delle chiacchiere da bar”, aggiunge facendo riferimento alla sua plateale uscita di scena della scorsa edizione, durante l’esecuzione del brano che portava in gara con Morgan, che aveva deciso di stravolgere il testo della loro canzone, cogliendo tutti di sorpresa: orchestra, giuria, addetti ai lavori e lo stesso Bugo che con il suo gesto aveva provocato la squalifica della coppia.

Morgan e Bugo, boom di meme per il testo modificato di “Sincero”. Da Sanremo fino a San Valentino

“Sono qui al Festival – si sfoga il cantante – per parlare di musica. Lo so che è un anno difficile per tutti e fare un disco è un lavoro delicato, soprattutto ora. Mi dispiace che non si parli di questo e che invece ci si continui a chiedere dove sia Bugo”, dice l’artista di Cerano (in provincia di Novara) citando la domanda “Dov’è Bugo” che il suo ex amico e compagno di gara aveva espresso ad alta voce sul palco dell’Ariston. E quel “Dov’è Bugo” ha dato vita ad una valanga di meme sui social.

Morgan e Bugo, boom di meme per il testo modificato di “Sincero”. Da Sanremo fino a San Valentino

“Bugo è qui, io sono qui, non sono mai andato via – risponde ora il cantautore – Mi sono solo allontanato dalla pazzia e dall’opportunismo. Forse questo non fa notizia, né click, ma questo sono io. Non sono il più intonato di tutti, ma di certo sono più sincero di molti. Bugo è qui”.



Go to Source