Fisco, 10 miliardi per la riforma ma sulla casa è scontro tra partiti

Pubblicità
Pubblicità

Roma – Meno Irpef e un anticipo di tagli all’Irap fin dal 1° gennaio del prossimo anno. È questo il piano cui stanno lavorando governo e maggioranza per accompagnare la spinta all’economia e rafforzare la crescita messa in moto dal Recovery Plan. Il pacchetto che prevede la prima tranche di riduzione delle tasse, principio sul quale convergono tutte le forze della maggioranza che sono invece ai ferri corti sul catasto, dovrebbe prevedere una riduzione o l’accorpamento della famigerata terza aliquota Irpef del 38 per cento (tra i 28 e i 55 mila euro) che presenta un salto di oltre 10 punti rispetto alla seconda, penalizzando contribuenti e lavoratori dipendenti a causa del celebre “salto di aliquota”….

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi, poi 5,99€ per 9 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50€ a settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source