Fisco, il ddl verso il cdm: sì alla riforma del catasto, ma le tasse non cambieranno

Pubblicità
Pubblicità

MILANO – Prende forma il disegno di legge delega di riforma fiscale. La bozza del testo, composta da10 articoli sta per essere discussa in cabina di regia prima di approdare in consiglio dei ministri. Nella bozza compare anche un articolo per la modernizzazione degli strumenti di mappatura degli immobili e la revisione del catasto di fabbricati e si prevedono di revisione sul fronte Irpef e Iva.

Fisco, oggi la delega in Cdm. Subito 10 miliardi per ridurre le tasse

Sì a riforma del catasto ma senza aumento di tasse

Il tema più divisivo resta quello del catasto. La bozza del documento fissa tra gli obiettivi un aggiornamento del sistema della mappatura catastale – in particolare su immobili non censisti, abusivi, edificabili accatastati come agricoli – e nuovi criteri aggiuntivi per la descrizione degli immobili da utilizzare a partire “dal 1° gennaio 2026”. Si precisa che “i nuovi criteri non” saranno utilizzati “per la determinazione della base imponibile dei tributi la cui applicazione si fonda sulle risultanze catastali”. Ci saranno un aggiornamento periodico di valori e rendite e norme ad hoc per gli immobili storico-artistici.

Giù le aliquote Irpef

La delega del governo prevede poi che si riducano gradualmente le aliquote medie Irpef “anche al fine di incentivare l’offerta di lavoro e partecipazione al mercato del lavoro, con particolare riferimento ai giovani e ai secondi percettori di reddito, nonché l’attività imprenditoriale e l’emersione degli imponibili”. . Garantendo la progressività si deve inoltre puntare anche a ridurre gradualmente “le variazioni eccessive delle aliquote marginali”.

Un altro degli obiettivi indicati dal governo è quello del riordino delle deduzioni dalla base imponibile e delle detrazioni dall’Irpef “tenendo conto della loro finalità e dei loro effetti sull’equità e sull’efficienza dell’imposta”. Tra le indicazioni rientra anche l’armonizzazione della tassazione del risparmio “tenendo conto dell’obiettivo di contenere gli spazi di elusione dell’imposta”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source