Foggia, un 32enne ucciso davanti alla porta di casa. Aveva piccoli precedenti

Pubblicità
Pubblicità

FOGGIA – Potrebbe aver aperto la porta al suo o i suoi assassini l’uomo ucciso nella serata di martedì 28 dicembre in via Lucera, alla periferia di Foggia. La vittima si chiamava Pietro Russo, aveva 32 anni ed era foggiano, con alcuni precedenti penali per reati contro il patrimonio, come furti in abitazione.

Il 32enne è stato ucciso con alcuni colpi di arma da fuoco sull’uscio della propria abitazione. A dare l’allarme e chiamare i soccorsi sarebbe stato un parente della vittima. Sull’asfalto i carabinieri hanno trovato almeno 7 bossoli di pistola, il cui calibro è ancora da accertare.

Il cadavere è stato trovato riverso nella parte interna dell’abitazione. Sevondo le prime notizie trapelate il 32enne al momento del delitto era solo in casa. Gli investigatori non escludono che la vittima possa aver aperto la porta al killer e anche su questo sono al lavoro i carabinieri, coordinati dalla Procura di Foggia.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source