Food da Carre Francais a Molto a Roma il delivery porta sapori gourmet

Food: da Carré Français a Molto, a Roma il delivery porta sapori gourmet

Libero Quotidiano News
Pubblicità
Pubblicità

Condividi:

30 dicembre 2020

Roma, 30 dic. (Labitalia) – Tra zone gialle, rosse e arancioni la ristorazione boccheggia. Ma è proprio quando il gioco si fa duro che i più coraggiosi tirano fuori il meglio. Per non ‘spegnere del tutto i motori’ moltissimi ristoranti si erano infatti lanciati nella sfida del ‘delivery’, il cibo a domicilio, per rompere la monotonia della quarantena con sapori gourmet. Questa nuova dimensione casalinga ha però stimolato nuove energie. E ora la nuova frontiera, l’ultima sfida si gioca non più solo sulla qualità di piatti, ma anche – forse soprattutto – sul ‘tocco in più’. In questo senso basta gettare uno sguardo su Roma per trovare tanta vivacità.
Le Carré Français, il tempio del gusto francese nel cuore di Prati, guidato dall’imprenditore bretone Jildaz Mahé, dopo aver da poco festeggiato i suoi 5 anni nella Città eterna, rivoluziona il delivery. “È una nota di lusso quella che noi offriamo con il nostro servizio a domicilio. Non si può viaggiare, vero, però chi ci sceglie porta la Francia a casa di chi ama. La nostra passione, la qualità dei prodotti e dei servizi da noi proposti arrivano ogni giorno dell’anno a casa consegnati direttamente dal personale del locale, chef e maître di sala compresi”, dice. Le Carré Français abbatte così, in tempi di crisi, la distanza con il pubblico che desidera una sopravvivenza di qualità attraverso un “bonjour” o un “bonsoir” detto sul ciglio della porta dai suoi ragazzi.
Questo locale punta sull’alta qualità, sostenendo i piccoli produttori francesi, come il caseificio Beilleveire, che lavora solo formaggi di latte crudo; Masse, che spedisce nel ristorante il petto d’anatra e il foie gras (che arriva crudo); il Mulino di Chars a nord di Parigi, da dove provengono le cinque farine francesi, le uniche a essere utilizzate nei laboratori Per sedurre, o per giocare in famiglia con l’ombra della Tour Eiffel sulla tavola i clienti possono spaziare dalla zuppa di cipolle all’assortimento dei foie gras maison aromatizzati, dal petto d’anatra con salsa al Pinot Noir alla selezione di grandi formaggi. E ancora, quiche, pani, vini rendono l’illusione di essere Oltralpe davvero completa.
Si muove lungo la direzione del lusso della cura del dettaglio anche Molto, il locale che ha portato idee nuove, dinamismo ed eleganza nel cuore dei Parioli. Tramite un sito ricco di suggestioni, il cliente ha la possibilità di organizzare il suo pranzo o la sua cena in casa ordinando da un menù goloso e variatissimo, completando l’esperienza anche con servizi aggiuntivi come i setting per la tavola, le decorazioni floreali e, se necessario, il personale di servizio per vivere l’atmosfera del ristorante rimanendo comodi e sicuri a casa.
Le opzioni sono molte, sia di terra che di mare, come a dire gamberi croccanti con salsa cocktail, lasagnetta con scamorza e polpettine di fassona, o lo squisito maialino da latte dal girarrosto. Senza dimenticare l’opzione di ordinare gli ingredienti dall’Emporio Alimentari per realizzare le ricette seguendo i video di Molto.
Emozione gastronomica può regalarla sicuramente un grande chef, come è il caso di Giulio Terrinoni, stellato creativo con ristorante nel cuore del salotto buono di via Giulia. I suoi piatti, materici e fantasiosi, ricchi di contaminazioni culturali dalle radici non meno che dal mondo, sono una autentica esperienza. Grazie all’asporto consente di ricevere piatti complessi eppure perfetti, come si fosse seduti nel ristorante minimal-chic dello chef. Dal menu di San Silvestro: le tagliatelle di seppia, melograno e puntarelle, il cotechino di pesce con lumachine di mare e lenticchie, o il carpaccio di scampi foie gras marinato e gel di cipolla rossa.



Go to Source