Forza Italia, Berlusconi fa gli auguri alla fidanzata Fascina sui social: “Buon compleanno, Marta”

Pubblicità
Pubblicità

“Buon compleanno, Marta”. Così il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, 85 anni, sui social nel giorno in cui la fidanzata Marta Fascina, deputata azzurra, compie 32 anni. Il post è corredato da una foto in cui i due sono ritratti insieme e si guardano negli occhi. Sullo sfondo, tanti addobbi natalizi e luminarie.

[embedded content]

Intanto, nelle stesse ore sembra trapelare una certa freddezza verso la candidatura del Cavaliere al Colle nelle parole odierne di Matteo Salvini, leader della Lega e alleato di Forza Italia, dopo quelle di Lorenzo Fontana, numero due del Carroccio, sabato: “Io lavoro per una elezione veloce e condivisa di un esponente di centrodestra dopo trent’anni” ha detto Salvini senza nominare il leader di Fi.

Quirinale, candidato o king maker: Berlusconi dà le carte. In palio anche le urne

E anche Fabio Rampelli (Fdi),  è apparso cauto: “A candidatura ufficializzata di Berlusconi tireremo le somme. Se può reggere, lo sosterremo”.  Da Salvini è arrivato inoltre un nuovo stop all’ipotesi del trasferimento di Draghi al Quirinale (“non può abbandonare il lavoro in corso”) e l’annuncio di un nuovo tentativo di convocare un tavolo di tutti i leader,  così da svolgere il ruolo di king maker.

Una strategia che confligge con quella di Berlusconi che, come ha ribadito a chi gli ha parlato, punta a rivolgersi e a convincere i  singoli grandi elettori, del Misto, di M5s e anche del Pd, che la coppia formata da lui al Quirinale e Mario Draghi a Palazzo Chigi sarebbe la più salda a garantire la scadenza naturale della legislatura. A tal fine, il leader di Forza Italia sarà a Roma nei prossimi giorni: tratterà la partita Quirinale (e i voti) di persona.

Intanto il presidente di Coraggio Italia, Luigi Brugnaro, ha detto di puntare “su Draghi come prima scelta per il Quirinale”, sottraendo quindi 30 voti a Berlusconi. Il vertice di centrodestra che dovrebbe tenersi in settimana, probabilmente il 14 gennaio, dovrebbe aiutare a chiarire lo scenario.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source