Fra gli endorsement di Carter e Clinton, Biden è ufficialmente candidato. E la moglie Jill punta al cuore degli elettori

La Republica News
Pubblicità

Nella seconda giornata della convention “virtuale”, una ‘roll call’ dei rappresentanti Dem di tutti gli Stati sancisce che è proprio Joe Biden il candidato alla presidenza. Oltre a quello di Obama, c’è anche l’endorsement degli ex presidenti Jimmy Carter e Bill Clinton. Fra gli interventi, spicca quello di Alexandria Ocasio Cortez che, pur tifando per Biden, ribadisce che il suo candidato alla Casa Bianca è il senatore Bernie Sanders. Fra i temi affrontati, quello del sistema sanitario, indebolito dalla politica di Trump con conseguenze drammatiche rese ancora più evidenti dalla pandemia del Covid. Un fondamentale sostegno arriva anche dal repubblicano Colin Powel, ex segretario di Stato sotto la presidenza di George W. Bush. Ma a fare breccia nel cuore degli spettatori, ecco il lungo e appassionato intervento di Jill Biden, aspirante first-lady di origini italiane, scrittrice e attivista, ben lontana dall’immagine algida di Melania Trump. E’ lei a parlare, fra i banchi di una scuola, del Joe “privato”, dell’uomo che nella sua vita ha dovuto sopportare tragedie immani come la morte di due figli e della prima moglie.


Go to Source