Francia, Macron: “Bisognerà lavorare di più come in Italia”

Pubblicità
Pubblicità

PARIGI – In Francia “bisognerà lavorare di più, come in Italia, Spagna e Germania”. Lo ha detto Emmanuel Macron, nel suo comizio alle porte di Parigi, unico evento elettorale della campagna lampo del presidente francese per il voto del 10 aprile. “Innalzeremo l’età pensionabile a 65 anni”, ha sottolineato riproponendo uno dei punti del suo programma. Davanti a 35mila sostenitori entusiasti riuniti nell’Arena di Nanterre il capo dell’Eliseo ha poi ribadito che il suo obiettivo nei cinque anni del suo secondo mandato, se sarà rieletto, è “la piena occupazione”.

“Torna lo spettro di un conflitto mondiale”

Nel suo discorso Macron ha messo in risalto le sfide che la Francia e i suoi alleati devono affrontare, a cominciare da quelle poste dall’invasione russa dell’Ucraina: “Il mondo di pace che credevamo immortale sembra sfaldarsi. Tornano le guerre e lo spettro di un conflitto mondiale” e questo impone di continuare “a investire nel nostro esercito, riaffermando il legame esercito-Nazione”. “L’obiettivo è prepararci a una guerra che potrebbe arrivare e a nuove minacce, come quella cyber”, ha aggiunto.

Altra sfida è quella dell’energia. E su questo punto Macron ha ribadito che se sarà rieletto rilancerà il nucleare per garantire l’indipendenza della Francia sul piano dell’approvvigionamento energetico.

Francia, Le Pen nei sondaggi a un passo da Macron: “Non banalizzatela”

L’omaggio a Brigitte

Il presidente francese si è poi commosso rendendo omaggio alla moglie. “Ringrazio quelli che non hanno scelto questa vita – ha detto guardando verso Brigitte e i suoi nipoti – ma che mi sono vicini tutti i giorni. E in particolare lei… lei è quella che mi dà di più”. Brigitte, anche lei in piedi fra il presidente dell’Assemblée Nationale Richard Ferrand e il premier, Jean Castex, ha sorriso a tutti, mormorando soltanto “merci” mentre Macron le mandava un bacio dal palco con la mano. A quel punto è scattata la standing ovation della
Défense Arena.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source