100239312 b1270aa3 5ba3 4192 925d 006268e5a8e2

Franco Battiato, le reazioni. Franceschini: “Ci ha lasciato un Maestro”. Il ricordo dei colleghi da Mengoni agli Stadio

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

100239312 b1270aa3 5ba3 4192 925d 006268e5a8e2

Sono moltissime le reazioni alla morte di Franco Battiato, il cantautore siciliano scomparso oggi a 76 anni. 

Franco Battiato, più di 50 anni di musica in immagini

Più di cinquant’anni di musica per il maestro Franco Battiato che è morto oggi all’età di 76 anni nella sua casa di Milo, in provincia di Catania. Capace di spaziare tra generi diversissimi dalla musica pop a quella colta, toccando momenti di avanguardia e raggiungendo una grande popolarità, ha sperimentato l’elettronica, si è misurato con la musica etnica e con l’opera lirica.

A partire dal ministro della Cultura, Dario Franceschini: “Ci la lasciato un Maestro. Uno dei più grandi della canzone d’autore italiana. Unico, inimitabile sempre alla ricerca di espressioni artistiche nuove. Lascia una eredità perenne”.

Molti i politici tra cui Giuseppe Conte che lo ricorda con una citazione da Prospettiva Nevski “E il mio maestro mi insegnò com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire”. Davide Sassoli scrive:  “Il mio sincero, profondo dispiacere per la scomparsa di Franco Battiato. Maestro. Poeta. Signore della musica e delle parole. Ci mancherà”.

Anche i colleghi musicisti a partire da Marco Mengoni, che ha parlato di “grande tristezza”, Vladimir Luxuria: “Quando non ho visto una sua intervista o un suo messaggio dopo la morte di Milva avevo già capito che stava molto male. Grazie delle belle canzoni che hai scritto e cantato, delle contaminazioni di generi e linguaggio, di aver sempre osato e sperimentato. #battiato”. Lo scrittore Nicola Lagioia: “Com’era contagioso e nuovo il cielo. E c’era qualche cosa in più nell’aria”.

Scrivono gli Stadio: “Se ne va uno dei più grandi cantautori della musica italiana che ha regalato capolavori senza tempo, un patrimonio musicale che supererà le correnti gravitazionali”. Fabio Fazio: “A te caro Franco, con il cuore colmo di tristezza dedico il mio silenzio nel ricordo delle emozioni e dei sorrisi che mi hai regalato”.

“Ironia, saggezza, intelligenza infinita, genialità. Ci mancherai tanto maestro ma la tua arte rimarrà per sempre” scrive Eros Ramazzotti, mentre Diodato racconta: “Non ho mai avuto la fortuna di incontrarlo, ma ho avuto la fortuna di vivere il suo tempo. A questa strana primavera mancherà il suo sguardo, la sua splendida, vivace intelligenza, la sua gentilezza”. Emma Marrone: “Ciao Francuzzo mio. Oggi il mio cuore piange per te. Tu sai. E io so”.



Go to Source