145001103 e5580862 b872 4562 9607 50bbf0a244e0

Funivia del Mottarone, bilanci in utile e concessione fino al 2028: i numeri della società di gestione dell’impianto

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

145001103 e5580862 b872 4562 9607 50bbf0a244e0

MILANO – E’ la Ferrovie del Mottarone Srl la società che ha in gestione la linea funiviaria Stresa-Mottarone dove è avvenuto l’incidente costato la vita domenica a 14 persone. Un nome che arriva dal passato visto che fino al 1963 il collegamento era assicurato da una linea ferroviaria a cremagliera. Poi, dal 1970, è arrivata la funivia. Le Ferrovie del Mottarone erano, a scorrere l’ultimo bilancio disponibile, una società in salute. Lo certifica quanto registrato fino a poco prima dello scoppio della pandemia: l’operatività del 2020 è andata avanti fino al 7 marzo, giorno dei lockdown, “con un significativo incremento di fatturato rispetto al medesimo periodo dell’esercizio precedente”. 

La funivia del Mottarone precipitata era stata riaperta dopo l’ammodernamento del 2016

L’imprenditore alle spalle delle Ferrovie è Luigi Nerini, di Baveno, che tra pochi giorni compirà 56 anni. A lui – che risulta anche titolare di un’agenzia viaggi a Verbania – fa capo la totalità della società, di cui è anche amministratore unico: carica che gli vale un compenso di poco meno di 100 mila euro. La sua società ha la concessione dell’impianto funiviario fino al 2028, per la quale ha depositato al Comune di Stresa due fidejussioni da 12 e 97 mila euro. Dallo stesso municipio riceve 130 mila euro di contributo annuo, ma nel 2019 non ha incassato nulla perché l’accredito è arrivato, in ritardo, il 10 febbraio 2020.

Nonostante questo, nei numeri del conto economico c’è un trend di crescita, tanto che per la prima volta nell’ultimo bilancio la società si è dovuta rivolgere a un revisore contabile. Le Ferrovie hanno segnato ricavi poco sotto i 2 milioni e utili per 440 mila euro, in espansione dai 350 mila euro del 2018. I debiti, a quota 2,6 milioni, erano per 1,6 milioni soldi dovuti le banche.

Tra le voci altre voci delle Ferrovie del Mottarone: 344 mila euro di salari e stipendi versati (questi, tagliati dai 365 mila del 2018) e oltre 200 mila euro di imposte versate (in crescita). Alle Ferrovie del Mottarone fa capo anche la 4 MG srl (per il 63% del capitale): è la società che gestisce una delle attrazioni principali del Mottarone, Alpyland. Si tratta di simil-montagna russa che parte dai 1.400 metri della vetta e si sviluppa in un percorso di oltre un kilometro “con curve, dossi, cambi di pendenza e un dislivello di 100 metri – si legge sul sito internet – Il divertimento in vetta al Mottarone”



Go to Source