G20, telefonata tra Draghi e Putin su Afghanistan e relazioni bilaterali

Pubblicità
Pubblicità

Telefonata tra il premier, Mario Draghi, e il presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin. Al centro dei colloqui, riferisce palazzo Chigi, vi sono stati gli ultimi sviluppi della crisi afghana, i lavori preparatori del prossimo vertice G20 e le relazioni bilaterali.

G20, Draghi: “Ripresa fragile e disomogenea tra Paesi: i Parlamenti posso fare molto”. Sul Covid: “I vaccini sono sicuri: salvano vite”

A meno di due settimane dal summit straordinario dei leader del G20, convocato dall’Italia e definito dal premier Mario Draghi, la “prima risposta multilaterale alla crisi in Afghanistan”, la Russia – che all’incontro di Roma aveva scelto però di essere rappresentata da una delegazione di livello minore, come anche la Cina – tiene oggi e domani due differenti iniziative, a cui è prevista per la prima volta anche la presenza di una delegazione talebana. La settimana prossima (il 27 ottobre) sarà la volta dell’Iran, che a Teheran ospiterà la riunione dei ministri degli Esteri dei sei Paesi confinanti; a novembre, infine, (probabilmente l’11 del mese) sarà la volta dell’India con un summit, a cui è invitato anche il Pakistan, ‘stakeholder’ chiave in Afghanistan, ma anche storico arcinemico di Dehli.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source