Galles, Giggs rinviato a giudizio per la violenza di novembre: Page nuovo ct per gli Europei

Pubblicità
Pubblicità

Ryan Giggs è stato ufficialmente incriminato con l’accusa di di aver aggredito due donne a Salford, lo scorso 1 novembre. L’ex bandiera del Manchester United, che deve anche rispondere di lesioni personali, resterà fuori su cauzione fino all’udienza del 28 aprile. Sarà quindi Robert Page a guidare il Galles ai prossimi Europei (sfideranno gli azzurri all’Olimpico il 20 giugno). Giggs era stato denunciato dalla compagna Kate Greville: l’1 novembre scorso la polizia era intervenuta dopo aver ricevuto una chiamata per schiamazzi, arrestando l’ex Red Devil, che però ha sempre negato ogni accusa.

Galles: Ryan Giggs arrestato per violenza domestica, l’ex United nega le accuse

Al timone del Galles dal 2018, da quando ha preso il posto di Coleman, Giggs si era autosospeso d’accordo con la federazione ed era stato sostituito da Page già nelle amichevoli di novembre contro Usa, Irlanda e Finlandia e poi contro Belgio, Messico e Repubblica Ceca nella finestra di marzo. Ora con il rinvio a giudizio la Federcalcio gallese ha ora deciso di confermare Page, con Albert Stuivenberg come vice, anche ai prossimi Europei dove Bale e compagni saranno di scena nello stesso girone dell’Italia di Mancini assieme a Svizzera e Turchia.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source