Genoa-Udinese 0-0: Blessin parte con un pari, ai rossoblù manca solo il gol

Pubblicità
Pubblicità

GENOVA – Togliersi di dosso la paura è l’unica strada per provare a salvarsi. Deve pensarla così Alexander Blessin, che alla sua prima panchina da allenatore del Genoa ha sicuramente cercato di dare un’anima diversa a una squadra che fin qui era stata a dir poco piatta. I tre punti contro l’Udinese non sono arrivati per una questione di errori sotto porta, ma i segnali, considerando le poche ore di lavoro a disposizione, sono più che positivi.

<< La cronaca della partita >>

Intensità alle stelle

L’avvio di gara è un chiaro segnale che il Genoa lancia all’Udinese. Pressione alta, almeno un’occasione enorme da gol – splendida doppia risposta di Silvestri su Ekuban e Yeboah – e la sensazione di avere le idee chiarissime, con un 4-3-3 rapido e aggressivo. I bianconeri si rintanano, affidandosi alle palle lunghe per il solito Beto e a qualche strappo di Deulofeu. Troppo poco per un Genoa che vuole disperatamente i tre punti e che nel primo tempo spreca due palle gol gigantesche: una con Yeboah, che manca clamorosamente la misura dell’aggancio su cross da destra a tu per tu con Silvestri, e l’altra con Destro, forse sorpreso dal tacco di Ekuban che lo aveva messo in condizione di calciare dai 10 metri. All’intervallo è 0-0, ma i tifosi del Genoa applaudono convinti una squadra che di colpo sembra aver trovato l’intensità mai avuta nel corso della stagione.

Manca il colpo del ko

Oltre all’energia del trio d’attacco, sono soprattutto le due mezze ali, Sturaro e Portanova, a consentire al Genoa di non far respirare un’Udinese che pare pericolosamente involuta rispetto all’era Gotti. Sono i due centrocampisti a creare la più grande occasione della ripresa, con il figlio d’arte che prova la conclusione di punta per sorprendere Silvestri senza inquadrare i pali. A mettere nei guai il Genoa ci pensa però Cambiaso, che a una dozzina di minuti dalla fine si fa espellere e complica, almeno teoricamente, il finale. Anche con un uomo in meno, infatti, il Grifone riesce a tenere l’Udinese nella propria metà campo, senza trovare però il guizzo giusto. Marassi applaude, nonostante il pareggio. Per salvarsi serviranno i punti, ma la strada dovrebbe essere quella giusta.

GENOA-UDINESE 0-0 (0-0)
Genoa (4-3-3): Sirigu; Hefti, Bani, Vanheusden, Vasquez (10′ st Cambiaso); Sturaro, Badelj, Portanova; Ekuban (39′ st Calafiori), Destro (22′ st Caicedo), Yeboah. All.: Blessin
Udinese (3-5-2): Silvestri; Becao, Nuytinck, Perez; Molina, Arslan (46′ st Jajalo), Walace, Makengo, Soppy (23′ st Udogie); Beto (28′ st Success), Deulofeu. All.: Cioffi
Arbitro: Doveri
Ammoniti: Sturaro, Portanova, Makengo, Arslan, Perez
Recupero: 1′ e 4′

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source