Genova, forte scossa di terremoto provincia: epicentro a Bargagli, il sindaco: “Scioccato”

Pubblicità
Pubblicità

Forte scossa di terremoto a Genova alle 15.39. Il sisma è stato avvertito in tutto il centro della città.

Moltissime persone sono uscite dalle case e dagli uffici: i Vigili del Fuoco stanno ricevendo moltissime segnalazioni ma al momento non c’è nessuna richiesta di intervento.

Per l’Istituto “Al momento non mi risultato né feriti né danni , sto girando per il paese per verificare di persona”. Lo ha detto Sergio Casalini sindaco di Bargagli, comune situato sopra l’epicentro del terremoto.
“Ero a casa e ho sentito una scossa fortissima, tutto ha iniziato ad oscillare e i soprammobili sono caduti-ha aggiunto- per fortuna nessun danno ma solo tanto spavento. Sono scioccato”.
Il sindaco ha contattato subito il responsabile della protezione civile della Regione Liguria Giacomo Giampedrone prima di proseguire il sopralluogo in paese. ” I miei concittadini stanno già rientrando nelle case”.Nazionale di Geosifica e Vulcanologia l’epicentro è stato a Bargagli alle 15.39 con magnitudo 4.1.

I dipendenti degli uffici di Piccapietra si sono riversati all'esterno

I dipendenti degli uffici di Piccapietra si sono riversati all'esterno

I dipendenti degli uffici di Piccapietra si sono riversati all’esterno 

Anche secondo la Regione “da una prima verifica da parte della Sala della Protezione Civile non si segnalano feriti o danni”.

Pieve

Alcune pietre e calcinacci si sarebbero staccati dalla chiesa di Pieve Ligure, a 7 km dall’epicentro. La chiesa è San Michele Arcangelo, una delle prime pievi (parrocchie) costruite in Liguria, il cui edificio originario venne eretto prima dell’anno mille. La chiesa venne poi ricostruita tra il XIV e XV secolo.

Treni

Le Ferrovie hanno sospeso il traffico sulla linea Genova-La Spezia per precauzione dopo la scossa di terremoto avvertita a Genova e nel levante. I convogli non circolano tra Genova Brignole e Santa Margherita Ligure dopo che i sistemi informatici hanno inviato delle allerte alla centrale operativa. E’ in corso una ricognizione lungo la linea dei tecnici di Rfi per verificare che gli impianti siano a posto.

 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source