Georgia, manifestazioni oceaniche a Tbilisi in solidarietà con l’Ucraina

Pubblicità
Pubblicità

Per la seconda notte consecutiva le strade di Tbilisi sono state invase da una oceanica manifestazione di protesta contro la Russia che ha invaso l’Ucraina. Le immagini delle manifestazioni sono impressionanti: migliaia di persone in strada, sono risuonati anche slogan contro il governo georgiano.

È evidente che quanto sta accadendo in Ucraina richiama alla memoria dei georgiani l’invasione russa nel 2008. I manifestanti sono confluiti sul viale principale di Tbilisi, sventolando bandiere ucraine e georgiane e cantando gli inni nazionali dei due Paesi. La presidente georgiana Salome Zourabichvili ha espresso solidarietà all’Ucraina e ha invitato la Russia a fermare le ostilità che, ha detto, “hanno scioccato la nazione georgiana”.

I motivi del conflitto Ucraina-Russia e cosa succede nel Donbass

Ma il premier Irakli Garibashvili ha scatenato un putiferio, annunciando che Tbilisi “non si unirà” alle sanzioni economiche e finanziarie dell’Occidente alla Russia tanto che il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian si è detto preoccupato per una possibile offensiva militare russa contro Georgia ma anche la Moldavia.

Nell’agosto 2008, la Russia lanciò un assalto contro la Georgia che non riusciva a piegare la milizia filo-russa nella regione separatista dell’Ossezia meridionale. I combattimenti si conclusero dopo appena cinque giorni con un cessate il fuoco mediato dall’Unione europea. Il risultato è che la Georgia è rimasta divisa, perché la Russia ha riconosciuto l’Ossezia del Sud e un’altra regione separatista, l’Abkhazia, come Stati indipendenti e poi si è stabilita in quelle aree con truppe permanenti.

Perché l’Ucraina è così importante per la Russia e per l’Occidente

È “incredibile la popolazione georgiana che ha capito che gli amici devono essere supportati!”. Lo ha scritto su Twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky dicendosi “grato a tutti quanti a Tbilisi e in altre città si sono espressi a sostegno dell’Ucraina e contro la guerra”. Zelensky ha aggiunto che “ci sono momenti nei quali i cittadini non rappresentano il governo, ma sono meglio del governo”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source