195652666 ec8f2e9b 8083 4582 ac0c dc3dac200fb3

Germania-Ungheria, Loew: “Servirà pazienza”. Rossi: “Già un traguardo essere qui”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

195652666 ec8f2e9b 8083 4582 ac0c dc3dac200fb3

MONACO DI BAVIERA – Vigilia del match tra Germania e Ungheria, valevole per il gruppo F e in programma mercoledì 23 giugno alle 21 a Monaco di Baviera. I tedeschi, dopo l’esordio perso con la Francia, vengono dalla convincente vittoria contro il Portogallo e puntano al primo posto. Di contro, la nazionale allenata da Rossi, dopo il punto ottenuto coi campioni del mondo, vogliono continuare a fare bella figura.

Portogallo-Germania 2-4, Cristiano Ronaldo segna subito: ma poi ci sono solo i tedeschi

Loew: “Ungheria maestra nel difendersi”

“Abbiamo analizzato la partita contro il Portogallo. E’ stata eccellente per oltre 70 minuti. Per il resto ci sono state anche cose che non mi sono piaciute molto. Soprattutto verso la fine della partita”, così il ct tedesco Joachim Loew alla vigilia del match contro l’Ungheria di Marco Rossi. “Ho parlato con la squadra. Una delle cose che dobbiamo fare è mantenere alta la concentrazione per 90 minuti. Gli ungheresi sono maestri della fase difensiva. Saranno un po’ più bassi rispetto al Portogallo e gli spazi saranno estremamente ristretti”, ha sottolineato Loew. I tedeschi per avere la certezza di passare il turno devono ottenere almeno un punto: “Spero che giocheremo in velocità, dovremo avere pazienza: il Portogallo ha segnato l’1-0 contro l’Ungheria all’83’. Loro hanno ancora una possibilità di qualificazione e cercheranno di sfruttarla”, ha concluso il ct tedesco. “Avremo molto la palla tra i piedi e l’Ungheria farà una partita difensiva sicuramente, come ha fatto anche nelle altre due gare di questo Europeo, dove gli uomini di Rossi hanno fatto molto bene. Proveranno a giocare in contropiede. Dovremo avere pazienza, perché chiaramente non creeremo occasioni ogni minuto”, ha detto invece Mats Hummels.

Europei: terapia Gosens, dall’Atalanta il futuro psicologo che ha fatto rinascere la Germania

Rossi: “Fortunati a qualificarci, ma poi siamo cresciuti”

“Nel girone abbiamo contro tre squadre che potrebbero arrivare tranquillamente almeno in semifinale e giocare l’atto conclusivo del torneo a Londra”. Parla invece così Marco Rossi, commissario tecnico dell’Ungheria, in vista della sfida contro la Germania. Gli ungheresi in caso di successo potrebbero addirittura sperare in un clamoroso passaggio agli ottavi di finale, a discapito dei più blasonati tedeschi. “Il nostro gruppo è stato definito ‘della morte’ ed evidentemente la squadra che dovrebbe essere eliminata è l’Ungheria. In teoria, è difficile non essere d’accordo con chi abbia fatto una previsione del genere”, ha aggiunto l’allenatore piemontese. Nel corso della conferenza stampa, Rossi è anche tornato a parlare del percorso fatto dal suo gruppo nelle qualificazioni: “Penso che essere arrivati qui rappresenti già un traguardo importante. Da quando abbiamo iniziato, a luglio del 2018, non sembrava che avessimo le carte in regola per qualificarci. Siamo migliorati in molti man mano che andavamo avanti e, alla fine, ce l’abbiamo fatta”, ha chiarito il ct dell’Ungheria. “A due minuti dalla fine perdevamo 1-0 nello spareggio con l’Islanda e sembrava che non ci fossero più speranze ma poi abbiamo avuto un po’ di fortuna. Penso che abbiamo meritato di vincere ma siamo stati fortunati”, ha concluso Rossi.

L’uomo del giorno. Marco Rossi, l’intruso che ora vuole divertirsi



Go to Source