Gigi Hadid e Mica Argañaraz donano il loro cachet delle sfilate in favore dell’Ucraina

Pubblicità
Pubblicità

Il mondo della moda si sta schierando sempre più compatto contro la guerra in Ucraina: le Fashion Week che stanno volgendo al termine hanno visto numerose manifestazioni di solidarietà con il popolo ucraino, e diversi stilisti e maison hanno annunciato cospicue donazioni in favore dei rifugiati e degli sfollati vittime del conflitto. Tantissime modelle hanno espresso la loro contrarietà all’invasione russa e hanno usato la loro visibilità per trasmettere un messaggio di pace, ma alcune di loro hanno deciso di fare ancora di più.

Mica Argañaraz, modella argentina musa di Chanel, ha annunciato la settimana scorsa la volontà di devolvere parte del suo cachet delle Fashion Week a associazioni umanitarie ucraine, e il suo esempio è stato seguito da Gigi Hadid, che ha dichiarato via Instagram l’intenzione di donare tutto il compenso delle sfilate, nel suo caso una cifra considerevole se si tiene conto che è la top model più pagata al mondo.

“Devo ammettere che è una sensazione strana quella di sfilare durante la Fashion Week mentre è scoppiata una guerra nello stesso continente”, aveva scritto Mica Argañaraz in una stories. “Alle mie amiche e colleghe modelle e a tutti coloro che condividono questo sentimento, dico che, forse, tutti possiamo contribuire”, aveva concluso la modella ventiseienne aggiungendo un link ad una serie di associazioni umanitarie impegnate in Ucraina. Un elenco che moltissime modelle, da Bella Hadid a Kaia Gerber hanno condiviso.

Ispirata dalla top argentina, Gigi Hadid ha pubblicato a sua volta una stories e un post in cui scrive: “Seguendo l’esempio della mia amica Mica Argañaraz mi impegno a donare i miei guadagni delle sfilate Fall 2022 a coloro che soffrono a causa della guerra in Ucraina”. La modella, statunitense ma di origine olandese e palestinese, coglie l’occasione per aggiungere una nota su coloro che “Subiscono lo stesso in Palestina. I nostri occhi e cuori devono essere aperti a tutte le ingiustizie umanitarie”. E visto il seguito di Gigi sicuramente saranno molte le modelle famose che nelle prossime ore aderiranno al gesto di sostegno al popolo ucraino.

Proteste, boicottaggi, donazioni la moda alla prova della guerra

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source