Gigi Proietti da rivedere, i film e gli spettacoli sulle piattaforme e in tv

Pubblicità
Pubblicità

Dire che c’è un modo, o un altro, per “ricordarlo” sarebbe ingiusto, ci sono mille modi di ricordare Gigi Proietti e soprattutto non c’è bisogno di ricordare chi non si dimentica. Ma a un anno dalla morte del grande attore, scomparso a Roma il 2 novembre del 2020, è giusto fermarsi e celebrarlo rivedendolo esattamente come ha vissuto: su un palco, davanti a una macchina da presa, in scena. Le tv propongono alcuni dei suoi titoli più famosi, ma sulle piattaforme è disponibile un’ampia scelta che va dalle commedie ai film d’autore alle fiction agli spettacoli teatrali.

Uno degli “omaggi” sui muri di Roma 

E poi c’è il cinema: il 3 novembre arriva in sala Io sono Babbo Natale, la commedia di Edoardo Falcone con Marco Giallini ex detenuto impenitente che durante un furto si imbatte in un signore, anziano e distinto (Proietti), che gli rivela di essere, appunto, Babbo Natale.

‘Io sono Babbo Natale’: l’ultimo ruolo di Gigi Proietti

Al “maestro fragile” ha dedicato un documentario Edoardo Leo, presentato alla festa del cinema di Roma: si intitola Luigi Proietti detto Gigi, tre anni di lavoro e le testimonianze dei familiari e dei colleghi per ripercorrere una lunga carriera e la genesi e il successo di uno spetacolo, in particolare, quell’A me gli occhi che rivoluzionò un certo modo di fare teatro.

Edoardo Leo ricorda il “maestro fragile”: il suo ‘Luigi Proietti detto Gigi’

In attesa di poterlo rivedere sul grande schermo, ecco qualche suggerimento per approfittare di quello che propongono le tv.

Un anno senza Gigi Proietti, la figlia Carlotta: “La passione per il teatro è il suo dono. E mi resterà per sempre”

Tosca e Mandrake: Proietti in tv

Proietti, Monica Vitti e Vittorio gassman in ‘La Tosca’ di Luigi Magni  Il 2 novembre alle 19.15 su Rai Movie va in onda La Tosca di Luigi Magni (disponibile anche su RaiPlay), versione “romanesca” del dramma di Sardou reso celebre da Puccini. Proietti interpreta Cavaradossi, Monica Vitti è Tosca, Vittorio Gassman è il Barone Scarpia, nel cast anche Umberto Orsini, Aldo Fabrizi, Fiorenzo Fiorentini, Marisa Fabbri, Ninetto Davoli, le musiche sono di Armando Trovajoli. In prima serata tocca a Febbre da cavallo, il cult diretto da Steno nel 1979, protagonista l’indossatore cialtrone e squattrinato con il vizietto del gioco d’azzardo che condivide le sue disavventure con Er Pomata (Enrico Montesano), e Felice (Francesco De Rosa). Personaggi leggendari, sketch memorabili. Anche Rai Premium ricorda l’attore con lo speciale Techetechete – Grazie Gigi, alle 22.45, un montaggio dei suoi sketch più celebri. 

‘Febbre da cavallo’ 

Gigi Proietti su RaiPlay, dalla fiction al palcoscenico

Ma sono le piattaforme a offrire la scelta più ampia di titoli, tra noti e meno noti, ai quali Proietti prese parte. A cominciare da RaiPlay che propone film, serie tv e registrazioni televisive di spettacoli teatrali. Come lo show Cavalli di battaglia, che nel 2017 segnò il ritorno in tv dell’attore, con i suoi repertori più popolari e altri inediti, i duetti con gli amici e i colleghi del mondo della televisione, del cinema e della musica.

E ancora: Gigi Proietti in Edmund Kean, monologo che vede  protagonista lo stesso attore intento a provare la parte nel suo camerino, al Globe Theatre di Roma, e a riflettere sulle parole di Shakespeare. Oppure, più indietro nel tempo, Attore amore mio, 1982, regia di Antonello Falqui, in cui Proietti anima il palco con monologhi, performance canore e coreografie parodiando il mondo del teatro in compagnia degli allievi della sua scuola di recitazione come Giorgio Tirabassi o Paola Tiziana Cruciani. O il varietà Fatti e fattacci, anche questo diretto da Antonello Falqui, con due “cantastorie” d’eccezione, Gigi Proietti e Ornella Vanoni, e una compagnia di attori e saltimbanchi, in giro per le piazze di quattro città italiane delle quali cantano i “fatti” della tradizione popolare e i “fattacci” delle storie di malavita. II programma vinse il Premio Montreux per lo spettacolo. Ma su RaiPlay ci sono anche le fiction, come Il maresciallo Rocca, Il veterinario, Una pallottola nel cuore.

Se poi si volesse seguire un ordine cronologico per ricostuire fin dall’inizio la carriera cinematografica del grande attore, sono sempre le piattaforme a offrire un’ampia filmografia che possiamo dividere per decenni.

Proietti sulle piattaforme: il cinema tra gli anni 60 e gli anni 80

Infinity mette a disposizione degli abbonati Se permettete, parliamo di donne (1964), diretto da Ettore Scola, Le piacevoli notti (1966) di Crispino e Lucignani, Lo scatenato (1967) diretto da Franco Indovina, Brancaleone alle crociate (1970) di Mario Monicelli, Non ti conosco più amore (1980) di Sergio Corbucci.

Amazon Prime Video propone invece La matriarca (1968) di Pasquale Festa Campanile, Meo Patacca (1972) diretto da Marcello Ciorciolini, Bordella (1976) di Pupi Avati. La Tosca e L’eredità Ferramonti sono su RaiPlay, mentre La mortadella (1971) di Mario Monicelli è disponibile su Now.

Gigi Proietti e i film dagli anni 90

Nel primo decennio degli anni 2000 Proietti è tra i protagonisti delle commedie di successo dirette da Carlo Vanzina. Un’estate al mare (2008) è disponibile su Infinity (on demand), Netflix e Tim Vision; Un’estate ai Caraibi (2009) su Infinity e Netflix; La vita è una cosa meravigliosa (2010) su Infinity, Netflix e Amazon Prime Video.

Relativamente più recenti Tutti al mare (2011), regia di Matteo Cerami, disponibile su TimVision (on demand) e RaiPlay, Ma tu di che segno 6? (2014) di Neri Parenti, su Amazon Prime Video, Il premio (2017), diretto da Alessandro Gassmann, disponibile su Infinity (on demand), Now e TimVision (on demand).

Proietti, da Pinocchio a Babbo Natale

‘Pinocchio’ di Matteo Garrone: Proietti è Mangiafuoco 

Tra gli ultimi fillm c’è Pinocchio di Matteo Garrone (2016) che affidò a Proietti il ruolo di Mangiafuoco: il film è disponibile su Now, TimVision (on demand) e Amazon Prime Video (on demand). Se invece si vuole regalare un po’ di magia ai più piccoli, facendoli accompagnare dalla voce di Proietti, su Disney+ c’è Aladdin in cui Gigi presta la voce al Genio della lampada.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source