Gimbe, aumentano i contagi Covid: +43% in sette giorni

Pubblicità
Pubblicità

Il nuovo monitoraggio della Fondazione Gimbe indica una crescita dei nuovi positivi ma anche quella delle persone ricoverate a causa del Covid. Nella settimana dal 20 al 26 ottobre, rivela infatti la Fondazione c’è stato “un netto aumento dei nuovi casi settimanali di Covid-19”, passati da 17.870 a 25.585, pari al + 43,2%, anche “se la crescita potrebbe in parte essere legata all’incremento dei tamponi totali” fatti anche per il Green pass. Ma a indicare “una maggior circolazione del virus” sono anche i ricoveri, aumentati del 7,5% rispetto alla settimana precedente, e il tasso di positività ai tamponi molecolari.

Vaccini Covid, crollo delle prime dosi: immunità di gregge slitta a febbraio

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri annuncia che presto verrà presa una decisione ufficiale su chi è stato vaccinato con Johnson&Johnson (vaccino che prevede un’unica iniezione) e ora ha bisogno del richiamo. “Ci sarà una priorità per coloro che hanno fatto il vaccino J&J e che dovranno fare la seconda dose. Le indicazioni saranno date a breve in maniera chiara ed esaustiva”. Sileri ha parlato su Radio Cusano Campus. Su un possibile richiamo annuale del vaccino nei prossimi anni, il sottosegretario ha detto: ” Poi se ogni anno o ogni due anni dovremo fare un richiamo ce lo dirà la scienza. Questo virus ormai è entrato di diritto nei libri di medicina”.

Covid, fiale e aghi più piccoli, il vaccino dei bimbi in arrivo negli Usa. In Italia è previsto a Natale

Ma mentre procede la somministrazione delle terze dosi, si è arenata quella delle prime dosi. La media giornaliera dei nuovi vaccinati, riferisce Gimbe, si è ridotta da 58.620 del 19 ottobre a 27.601 del 26 ottobre. Nell’ultima settimana sono solo 193.205 i nuovi vaccinati (-53% rispetto alla settimana precedente). “Con quasi 7,5 milioni senza nessuna dose di vaccino si allontana l’obiettivo di raggiungere il 90% di copertura vaccinale negli over 12”, spiega il presidente Gimbe Nino Cartabellotta.

Il 27 ottobre, in totale, il 78,5% della popolazione (pari a 46,5 milioni di persone) ha ricevuto almeno una dose (+204.896 rispetto alla settimana precedente) e il 75,1% (44,5 milioni) ha completato il ciclo  (+459.731). Le coperture vaccinali con almeno una dose, rileva il monitoraggio Gimbe, sono molto variabili nelle diverse fasce di età: si va dal 97% degli over 80 al 72,9% della fascia 12-19. In generale, rispetto alla settimana precedente, si registrano incrementi sempre più modesti: il numero di vaccinati con almeno una dose cresce dello 0,7% nelle fasce anagrafiche 12-39 anni, dello 0,5% nella fascia 40-49, dello 0,4% nella fascia 50-59, mentre negli over 60 l’incremento non supera lo 0,2%.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source