Girmay vince la Gand-Wevelgem, è il primo africano a conquistare una classica

Pubblicità
Pubblicità

Una giornata storica per il ciclismo. Per la prima volta l’Africa trionfa in una Classica del Nord: l’eritreo Biniam Girmay ha trionfato nella Gand-Wevelgem, una delle più importanti corse del pavé, una delle più importanti dell’intero calendario internazionale. 21 anni, originario di Asmara, argento al Mondiale U23 lo scorso anno, Girmay ha battuto in una volata a quattro i suoi compagni di azione Laporte, Van Gestel e Stuyven. Un’impresa davvero unica in tutta la storia del ciclismo: mai un africano di colore aveva vinto una corsa di tale importanza. In passato s’erano visti velocisti sudafricani come Robbie Hunter vincitore di una tappa al Tour de France, e Daryl Impey (due Tour Down Under, una tappa al Tour). Girmay è passato professionista nel 2020, dopo aver battuto da junior anche Remco Evenepoel in un’occasione. Quello odierno è il settimo successo in carriera nella massima categoria, incommensurabilmente più importante degli altri: tre tappe alla Tropicale Amissa Bongo, una frazione al Tour du Rwanda, il Classic Grand Besançon e, nel 2022, il Trofeo Alcùdia, prima di questo incredibile exploit in Belgio. Sposato, una bambina, origini umilissime, Girmay corre nella belga Intermarché-Wanty Gobert e a maggio sarà al via del Giro d’Italia, prima corsa di tre settimane della sua carriera.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source