Giro d’Italia, De Gendt vince a Napoli: Lopez resta in maglia rosa

Pubblicità
Pubblicità

L’arte della fuga va oltre il percorso. Ne è la dimostrazione Thomas De Gendt, belga di 36 anni: ne aveva 26 quando aveva conquistato una tappa mitica del Giro al Passo dello Stelvio, si è ripetuto vincendo a Napoli, sede di patenza e arrivo di 153 km molto combattuti. Il corridore della Lotto Soudal non ha però piazzato un arrivo solitario, imponendosi in una volata a quattro Davide Gabburo (Bardiani CSF Faizanè), lo spagnolo Jorge Arcas Pena (Movistar) e il connazionale nonchè compagno di squadra Vanhoucke. La maglia rosa rimane sulle spalle dello spagnolo Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo), che comunque ha dovuto tenere alta la guardia: “Se Kamna provava ad attaccare, l’idea era di andargli a ruota e così ho fatto. Ma il lavoro principale l’ha fatto al squadra: ad un certo punto avevo un pò di paura e la squadra ha fatto un grande lavoro. Sono felice per tutto il tempo che rimango in rosa: sono i giorni più belli della mia vita”.

<<La cronaca della tappa>>

Una vittoria, quella di De Gendt, che sembra il frutto di un lavoro di squadra. Vero, anche se in realtà De Gendt dà una versione corretta: “Ho vinto il traguardo volante prima, ho cercato di lavorare per Vanhoucke. Ma ho visto che non riusciva a tenere e quindi ho provato a mantenere la velocità. Lui ha continuato in modo perfetto fino a 300 metri dall’arrivo. È una di quelle tappe che sembra un pò come la tappa di Barcellona alla Vuelta, è sempre su e giù. Io ho cercato di spingere anche in salita. Tutti aspettavano attaccasse Van der Poel, tutti gli altri tenevano d’occhio lui e Birmay e noi siamo riusciti a tenere un pò di vantaggio fino alla fine”.

Rimpianto per van der Poel, che va in fuga, dà tutto ma poi finisce per accusare il caldo perdendo terreno e poi, pur con la collaborazione del bravo eritreo Girmay, non riesce a cucire lo strappo.

Ordine d’arrivo
1. Thomas De Gendt          BEL (Lotto Soudal)       3h32’53”
2. Davide Gabburo           ITA (Bardiani Csf)           s.t.
3. Jorge Arcas              ESP (Movistar)               s.t.
4. Harm Vanhoucke           BEL                  a     00’04”
5. Biniam Girmay            ERI                  a     00’15”
6. Mauro Schmid             SUI                          s.t.
7. Mathieu Van der Poel     NED                          s.t.
8. Wouter Poels             NED                  a     00’33”
9. Guillaume Martin         FRA                          s.t.
10. Fabio Felline            ITA                  a     02’56”
25. Alejandro Valverde       ESP                  a     03’33”
Classifica generale
1. Juan Pedro Lopez         ESP (Trek-Segafredo)   in 32h15’31”
2. Lennard Kamna            GER (Bora-Hansgrohe)    a    00’38”
3. Rein Taaramae            EST (Intermarché)       a    00’58”
4. Guillaume Martin         FRA                     a    01’06”
5. Simon Yates              GBR                     a    01’42”
6. Mauri Vansevenant        BEL                     a    01’47”
7. Wilco Kelderman          NED                     a    01’51”
8. Joao Almeida             POR                     a    01’58”
9. Pello Lopez              ESP                     a    02’00”
10. Richie Porte             AUS                     a    02’04”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source