Giustizia, Fico risponde a Forza Italia: “Inammissibili gli emendamenti sull’abuso d’ufficio”

Pubblicità
Pubblicità

Gli emendamenti di Forza Italia alla riforma della procedura penale che riguardano l’abuso di ufficio sono inammissibili per estraneità di materia. Lo scrive il presidente della Camera Roberto Fico rispondendo al ricorso del centrodestra e confermando quindi la decisione del presidente della Commissione Mario Perantoni, che venerdì li aveva dichiarati inammissibili perché vanno oltre il “perimetro” della legge, cioè il suo contenuto e i suoi obiettivi.

Giustizia, Draghi e Cartabia mediano ma ora si impunta Forza Italia

Dopo che il presidente della Camera ha confermato l’inammissibnilità per estraneità di materia degli emendamenti di Fi sull’abuso di ufficio presentati alla riforma del processo penale, il centrodestra ha chiesto all’ufficio di Presidenza della Commissione – iniziato in mattinata – di votare l’allargamento del perimetro del disegno di legge anche ai reati contro la Pa. L’ufficio di presidenza, dopo un dibattito, voterà subito su questa richiesta. L’allargamento renderebbe ammissibile le proposte sull’abuso di ufficio ma allungherebbe i tempi di esame del provvedimento.

“Io spero che nella commissione Giustizia si possa trovare un accordo tra tutte le forze politiche per fare andare avanti il provvedimento”, ha detto ieri il presidente della Camera aggiungendo che “quando si dialoga, si coopera anche su punti in cui non si è d’accordo, poi un punto di caduta importante si può trovare”. 

Intanto, si rafforzano le voci di un possibile compromesso con M5S dopo il lungo incontro di ieri pomeriggio tra Cartabia e Draghi. L’esame del provvedimento riprenderà oggi. Giuseppe Conte vede i deputati M5s per una ipotesi di accordo condivisa dal Movimento.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source