Gli incassi delle discoteche vip Non ci voglio pensare. Murgia Gruber la vergogna in tv contro Solinas e Briatore

“Gli incassi delle discoteche vip? Non ci voglio pensare”. Murgia-Gruber, la vergogna in tv contro Solinas (e Briatore)

Libero Quotidiano News
Pubblicità

Sullo stesso argomento:

13 novembre 2020

Tutta la spocchia e il pauperismo di Michela Murgia, a Otto e Mezzo, il programma di Lilli Gruber in onda su La7. La puntata è quella di giovedì 12 novembre, al centro del dibattito il caso-Sardegna e l’inchiesta sul governatore Guido Solinas. Il tutto nasce da un’inchiesta di Report e quindi di Repubblica, secondo le quali vi era un parere tecnico contrario alla riapertura delle discoteche la scorsa estate. E tutti ci ricordiamo le polemiche selvagge contro Flavio Briatore, per esempio, come se le uniche discoteche che avevano riaperto in Italia fossero in Sardegna. No, non era così: ne abbiamo viste di aperte a Milano, come in Puglia e come in tutto lo stivale. Ma se c’è di mezzo la Sardegna, la Costa Smeralda, è tutto diverso. Anche per la magistratura, evidentemente, che sta già indagando su Solinas (poche ore fa, il blitz in regione).

Dunque si arriva alla Murgia, a Otto e Mezzo, alla domanda con cui la Gruber la imbecca: “È stato il governo a dire a giovani e meno giovani che si poteva andare in discoteca a ballare tranquillamente?”, premette la conduttrice. E ancora: “Ora che c’è un’inchiesta, lei pensa che Solinas dovrebbe dimettersi?”. Ma quale “governo”, il bersaglio è Solinas, governatore di centrodestra. E la Murgia mostra di non avere dubbi: “Io mi domando perché non lo abbia ancora fatto”. Insomma, i dubbi stanno a zero: deve dimettersi. “Se è vero come ha rivelato Report e come conferma un’inchiesta di Repubblica che è stato ignorato un parere tecnico contrario alla riapertura delle discoteche, dimettersi è il minimo – rimarca la Murgia. Dunque, una conclusione ancora più vergognosa: “Non voglio pensare che il governatore della Sardegna abbia preferito tutelare gli incassi delle discoteche vip della Costa Smeralda piuttosto che la salute dei sardi”, conclude, coltivando il sospetto, buttando la croce addosso a Solinas, e dunque a Briatore e ai “vip” della Costa Smeralda. Già, solo loro. Sempre loro. Una sorta di ossessione. Un tic.

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source