Goldman Sachs verso 4mila licenziamenti, l’8% della forza lavoro

Pubblicità
Pubblicità

Goldman Sachs si prepara a licenziare fino a 4mila persone, l’8% della sua forza lavoro.

La notizia viene rilanciata dalla Bloomberg, che cita il portale Semafor e persone a conoscenza con i piani della banca di Wall Street. Secondo quanto ricostruito, ai dirigenti sarebbe stato indicato di individuare gli impiegati dalle performance meno efficienti ma non ci sarebbero ancora liste conclusive di chi dovrà lasciare.

A inizio settimana, l’agenzia finanziaria aveva riferito che Goldman sarebbe stata in procinto di effettuare dei tagli alla luce di una ristrutturazione nella sua divisione consumer, dove non riesce a raggiungere gli obiettivi di redditività. Una decisione che deriverebbe anche dalla prospettiva di scenari economici incerti per il prossimo anno, con l’annunciata recessione pilotata dai rialzi ai tassi da parte della Fed impegnata nella lotta all’inflazione.

Il ceo David Solomon ha affermato che sta riconsiderando le ambizioni della banca nel segmento consumer, insieme a una revisione generale di altre linee di business per tagliare i costi e gestire il personale. Lo stesso Solomon aveva usato parole di estrema cautela, pochi giorni fa e insieme ad altri importanti banchieri, nel descrivere le prospettive dell’economia Usa: “La crescita economica sta rallentando”, ha affermato in una conferenza. “Quando parlo con i nostri clienti, sembrano estremamente cauti. Nel settore bancario, il mercato del lavoro rimane sorprendentemente stretto” e la competizione per il talento è “più dura che mai”, ha osservato. In quell’occasione è emersa la tendenza a tagliare delle banche di Wall Street. Morgan Stanley ha ha ridotto circa il 2% della sua forza lavoro, ha riferito una fonte a conoscenza dei piani dell’azienda. I tagli di posti di lavoro interessano circa 1.600 posizioni e fa seguito a riduzioni della forza lavoro, oltre della stessa Goldman Sachs, anche di Citigroup. Altrove a Wall Street, il più grande asset manager del mondo BlackRock ha congelato le assunzioni ad eccezione di quelle nei ruoli critici, ha detto il direttore finanziario Gary Shedlin. “Stiamo cercando di essere un pò più prudenti”, ha detto.

Sotto le forbici finiscono anche i bonus dei bancari. A inizio dicembre, secondo una stima del Financial Times sarebbe emerso che JPMorgan, Bank of America e Citigroup contemplano riduzioni fino al 30%. La stessa Goldman Sachs avrebbe messo in guardia i trader su delle piccole riduzioni.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source