Gp Arabia Saudita: Perez in pole, ma anche Leclerc in prima fila. Mick Schumacher finisce contro un muro: ospedale, sta bene

Pubblicità
Pubblicità

Sergio Perez ottiene la pole position del Gran Premio dell’Arabia Saudita di Formula 1, la prima in carriera. Un lampo del messicano della Red Bull nega la gioia di una doppietta Ferrari in prima fila, precedendo di 25 millesimi Charles Leclerc, che quindi scatterà secondo davanti al compagno di squadra di Carlos Sainz. Poi l’altra Red Bull del campione del mondo in carica Max Verstappen per chiudere la seconda fila, mentre George Russell è sesto con la sua Mercedes. Era stato clamorosamente eliminato nel Q1, invece, Lewis Hamilton.

“Sono contento del giro che ho fatto, per tutte le qualifiche ho cercato di tenere la macchina in pista senza commettere errori. Nel Q3 ho dato tutto e sono riuscito a mettere tutto insieme, potevo guadagnare qualcosina ma non mi aspettavo che Perez uscisse con un tempo così”, è il commento di Leclerc.

(afp)

Bruttissimo incidente per Mick Schumacher nel corso del Q2. Il pilota tedesco della Haas, nel giro lanciato, termina ad altissima velocità contro il muro. Apprensione anche nel box Ferrari per il pilota della Academy. “Abbiamo sentito che Mick è cosciente, fuori dalla vettura e attualmente in viaggio verso il centro medico”. Lo fa sapere il Team Haas su Twitter. Successivamente notizie ancora più rassicuranti. “Sta bene, è cosciente, non ha ferite esterne. Parla, si muove, ora va in ospedale per dei controlli, ma sta bene, ha chiamato la mamma e ci ha parlato. Aspettiamo gli esami, la cosa più importante è che sta bene”. Lo ha detto ai microfoni di Sky Sport il team principal della Haas, Gunther Steiner.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source