Green pass, ordinanza sospesa in Sicilia: non serve negli uffici pubblici

Pubblicità
Pubblicità

Sospeso il divieto di ingresso negli uffici pubblici solo con il green pass in Sicilia. Lo annuncia la Regione dopo il caos di questi giorni in seguito all’ordinanza del governatore Nello Musumeci. “Con provvedimento adottato d’ordine del presidente della Regione Siciliana, è stata disposta, in attesa delle risultanze della avviata interlocuzione con il Garante per la protezione dei dati personali, la temporanea sospensione dell’articolo 5 dell’ordinanza 84 del 13 agosto 2021 su “Accesso dell’utenza agli uffici pubblici e a tutti gli edifici aperti al pubblico”.

Sicilia, stretta anti-Covid: Green Pass per gli uffici pubblici e tampone per i compleanni

Nel pomeriggio era scoppiato il caso politico con il Comune, unico a far rispettare i divieti, messo sotto accusa da lega e Fratelli d’Italia. Il sindaco Leoluca Orlando aveva chiesto come presidente Anci a Musumeci di chiarire: “Il presidente Musumeci chiarisca e modifichi in maniera formale l’attuale disposizione che sta creando scompiglio e confusione negli uffici pubblici e comunali e che non è certamente utile a contrastare credibilmente i contagi”.

L’ordinanza di Musumeci diventa un caso politico. In arrivo le prime limature

La Regione ha intanto spedito le prime risposte alle obiezioni del Garante per la privacy: l’ordinanza non riguarda gli uffici giudiziari e gli uffici di pubblica sicurezza. L’ingresso deve essere garantito solo quando si possa accedere ai servizi telematici. “Inoltre è precisato che la misura è indirizzata esclusivamente agli utenti e non anche agli operatori”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source