Green Pass, scatta l’obbligo anche da Mimmo, il barbiere del Quirinale: “Mattarella il presidente più grande”

Pubblicità
Pubblicità

In tutta Italia è scattato l’obbligo di Green Pass per poter accedere da parrucchieri, barbieri e centri estetici. E anche Domenico detto Mimmo Lotorto, storico barbiere del centrale rione Monti a Roma, non fa eccezione. “Ho avuto diversi clienti stamani, tutto è filato liscio”, racconta Lotorto, che nel quartiere è un’istituzione avendo servito negli anni ben tre presidenti della Repubblica, da Carlo Azeglio Ciampi, che lo nominò cavaliere, a Giorgio Napolitano e ora Sergio Mattarella. “Da quanto sento, non penso che accetterà un secondo mandato, anche perché sta cercando casa in zona (Mattarella ha firmato un contratto di affitto ai Parioli lo scorso novembre, ndr). La battuta sui capelli durante i primi mesi della pandemia? È perché non poteva venire qui – scherza il barbiere – È stato un grande Presidente, il più grande”. Lotorto potrebbe presto aggiungere un altro nome alla lista di Capi dello Stato serviti. “Credo che eleggeranno Draghi, anche se io lo vedrei ancora volentieri a Palazzo Chigi. Al momento non è un mio cliente, ma mai dire mai”, conclude.

di Francesco Giovannetti

Green Pass nei negozi: oggi il nuovo Dpcm. Si discute sulle tabaccherie di Viola Giannoli

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source