Guerra Ucraina – Russia, le news di oggi: allerta massima a Mosca nel giorno della parata, raid russo sulla regione di Dnipropetrovsk

Pubblicità
Pubblicità

L’allerta massima a Mosca per la tradizionale parata del Giorno della Vittoria, in cui, come ogni 9 maggio, i russi commemorano la vittoria dell’Urss nella seconda guerra mondiale. A ridimensionare l’evento è la paura di attacchi, che ha spinto il sindaco di Belgorod, città russa al confine con l’Ucraina, ad annullare i festeggiamenti per motivi di sicurezza. Zelensky: “Per noi sarà la Giornata dell’Europa”. Reattori nucleari fermi nella centrale di Zaporizhzhia, Von der Leyen a Kiev. Pronto l’undicesimo pacchetto di sanzioni Ue alla Russia. Metsola: troppi Paesi terzi aiutano Mosca. Il Premio Pulitzer ai cronisti di AP per i servizi da Mariupol. Bombardate dieci regioni ucraine, sulla capitale un raid aereo di quasi 4 ore. Colpita anche Odessa. Wagner: abbiamo cominciato a ricevere munizioni.


La guerra in Ucraina, cosa c’è da sapere

Dossier – Sentieri di guerra


Le notizie in diretta dal conflitto Ucraina-Russia

Raid russo su regione di Dnipropetrovsk
 

Le forze armate russe hanno effettuato nella tarda serata un attacco con razzi sul distretto di Pavlograd nella regione di Dnipropetrovsk. Lo ha reso noto il governatore locale, Serhii Lysak, che ha parlato di “due esplosioni nella comunità di Mezhiritskyi”. Al momento – ha precisato – non ci sono notizie di vittime o feriti a causa dell’attacco missilistico russo.

Sondaggio Kiev: per il 67% cittadini la guerra può finire solo con vittoria

Secondo un sondaggio pubblicato dalla Fondazione Iniziative Democratiche di Kiev oltre il 67% degli ucraini afferma che la guerra con la Russia può finire solo dopo la vittoria e nessun compromesso con la Russia è accettabile. Il 22% degli intervistati afferma che alcuni compromessi sono possibili. Il 5% degli intervistati afferma che qualsiasi compromesso è accettabile purché metta fine alla guerra. Secondo lo stesso sondaggio, l’82% degli ucraini afferma che non c’è differenza tra il presidente russo Vladimir Putin e Adolf Hitler. L’11% degli intervistati afferma di essere “probabilmente d’accordo” con questa affermazione. Gli ucraini vedono anche la Polonia (68%), gli Stati Uniti (67%) e il Regno Unito (45%) come gli alleati più fedeli, mentre il presidente polacco Andrzej Duda, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e l’ex primo ministro britannico Boris Johnson come i più importanti sostenitori dell’Ucraina. Le due persone più popolari in Ucraina sono il presidente Volodymyr Zelensky e il comandante in capo delle forze armate, Valeriy Zaluzhnyi.

Dodici raid russi sulla regione di Sumy nelle ultime 24 ore
 

Nelle ultime 24 ore, le forze armate russe hanno effettuato 12 bombardamenti sulla regione ucraina di Sumy dove sono state registrate un totale di 70 esplosioni. Lo rende noto l’amministrazione militare locale. Sotto tiro gli insediamenti di Yunakivska, Bilopolska, Znob-Novgorodska, Shalyginska, Esmanska e  Novoslobidska. Si registrano danni ad edifici residenziali privati e alla linea elettrica.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *