Ha un malore sulla tomba del marito a cui fa visita ogni giorno da quarant’anni: la signora Erminia muore a San Valentino

Pubblicità
Pubblicità

Ogni giorno, da quarant’anni, andava al cimitero, sulla tomba di suo marito, per portargli fiori, fare una preghiera, mantenere quel filo che li aveva legati per tanto tempo. E ieri sulla tomba del marito Giacomo, nel giorno di San Valentino – ed è una coincidenza che sembra essere parte di questa storia – la signora Erminia Dossi, 85 anni, ha avuto un malore ed è morta.

La storia, raccontata dall’Eco di Bergamo, avviene a Treviglio. La signora Erminia era rimasta vedova giovane, con sette figli, ma non aveva mai dimenticato suo marito, tanto da trasferirsi in un condominio nei pressi del cimitero di via Abate Crippa, così da poter andare ogni giorno a salutarlo. Così ha fatto anche ieri: subito dopo pranzo ha percorso il centinaio di metri che separano casa sua dal camposanto per la visita quotidiana. A trovarla riversa per terra, davanti alla lapide del marito, una donna che stava andando a portare fiori a una parente. Prima un operatore cimiteriale, poi i soccorritori del 118 hanno provato a rianimarla, senza però riuscirci.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source