I fermenti lattici migliori e tutti i loro benefici

Libero Quotidiano News

Condividi:

17 settembre 2020

(Milano 24/09/2020) – Milano 24/09/2020 – I fermenti lattici, o probiotici, sono straordinariamente efficaci in caso di problemi intestinali. Con questa espressione ci si riferisce a particolari tipi di microrganismi vivi, che intervengono nella digestione e nell’assorbimento di eventuali residui alimentari all’interno dell’intestino: le regolari funzioni, in questo modo, vengono ripristinate, e si contrastano disturbi come la diarrea, il meteorismo e i dolori addominali in generale.
Quali sono i fermenti lattici migliori? In quali circostanze è preferibile assumerli? Abbiamo rivolto qualche domanda al team di Fitosofia, lo shop specializzato nella vendita di prodotti di erboristeria basati sui principi della fitoterapia. Il mondo vegetale rappresenta un valido alleato nella cura dell’organismo: su questa concezione si fonda la vision dell’e-commerce, che fornisce un’ampia gamma di preparazioni al 100% naturali tra cui, per l’appunto, ottimi probiotici.
Quali sono, nello specifico, i benefici dei fermenti lattici?
Partiamo dal presupposto che i
A tutti noi, almeno una volta nella vita, sarà capitato di soffrire per l’intestino pigro, che non smaltisce in maniera adeguata le tossine e le scorie. Tra le maggiori conseguenze vi sono i classici fastidi legati al “mal di pancia”, come la flatulenza e i crampi, fino ad arrivare alle situazioni più gravi e croniche. La soluzione consiste proprio nei probiotici: un nome che deriva dal greco, e che si traduce letteralmente come “a favore della vita”.
I fermenti lattici sono complici della regolarità intestinale e ci aiutano ad assimilare i nutrienti indispensabili per la nostra salute. In più, per le loro spiccate proprietà, ostacolano la diffusione di batteri nocivi e rafforzano nel complesso le difese immunitarie.
Pensate che molte persone ricorrono ai probiotici non solo contro le difficoltà intestinali, ma anche come sostegno nei cambi di stagione o nei periodi in cui si pone il rischio di infezioni. C’è chi li assume prima di un viaggio, specialmente se dovrà mangiare cibi diversi da quelli cui è abituato, o per supportare il processo digestivo dopo il passaggio a un regime alimentare differente.
I possibili utilizzi dei fermenti lattici, quindi, sono tantissimi, e i benefici riguardano tanto il sistema gastroenterico quanto il resto dell’organismo.
Quale criterio bisogna seguire nella scelta dei fermenti lattici?
I fermenti lattici migliori per l’organismo sono quelli che agiscono regolarizzando contemporaneamente più aree dell’intestino: la sinergia di ceppi probiotici ben selezionati, infatti, favorisce il riequilibrio in svariate situazioni: diarrea, stipsi, candida e così via. In tal caso non è necessario effettuare una selezione, poiché il prodotto agisce migliorando simultaneamente ampie zone del terreno intestinale.
Per esempio, Fitosofia mette a disposizione integratori a base di batteri lattici che comprendono Lactobacillus Acidophilus, Lactobacillus Rhamnosus e Lactobacillus Paracasei. Facciamo un po’ di chiarezza: il primo è fondamentale per le buone condizioni del tratto iniziale dell’intestino e anche dell’area genitale, in quanto la “occupa” e impedisce ai batteri pericolosi di risalire dal colon.
Il secondo è amico dell’intestino crasso e lo protegge dagli episodi di diarrea, di dermatiti atopiche e di infiammazioni. Il terzo, il Lactobacillus Paracasei, difende questa parte dell’apparato digerente dalla diverticolite e ne abbassa complessivamente il pH.
Le compresse di fermenti lattici che offriamo sul nostro shop sono anche fonte di Streptococcus Thermophilus, ideale per gli intolleranti al lattosio, e di Bifidobacterium Bifidus. Quest’ultimo ha numerose funzioni: produce vitamina K, riduce il pH intestinale, incentiva la formazione delle cellule immunitarie e previene malattie come l’infezione da Escherichia coli e la Candida albicans.
Da questa panoramica potete capire che i fermenti lattici sono un rimedio completo, valido sotto molti punti di vista.
In quali situazioni è davvero importante assumere i fermenti lattici?
Ribadiamo che i probiotici sono preziosi alleati della salute del corpo, altamente suggeriti in caso di intestino lento, stitichezza, colite e diarrea. Non solo: i fermenti lattici sono raccomandati come protezione dell’apparato gastrico e intestinale, per esempio durante una terapia farmacologica che potrebbe recare danni allo stomaco e all’intestino.
Molti specialisti li consigliano nel corso delle cure antibiotiche. Non è raro che gli antibiotici aggrediscano la flora intestinale: il loro scopo è quello di sconfiggere i batteri, il che talvolta va a colpire sia i microrganismi “cattivi” sia quelli “buoni”. In tali circostanze i probiotici giovano su due fronti, poiché favoriscono i batteri utili e aiutano a eliminare quelli nocivi.
Come già detto, i fermenti lattici sono ottimi quando si cambia dieta oppure prima di intraprendere un viaggio. Il nostro intestino può risentire dei cibi esotici, degli sbalzi di temperatura, dello stress dovuto agli eccessivi spostamenti. Tali integratori sono efficaci, poi, per coloro che soffrono di colon irritabile, di cistite e di Candida albicans.
Per maggiori informazioni:
Le nostre curiosità sono state pienamente soddisfatte dalle risposte esaurienti del team di Fitosofia. L’azienda nasce da un’idea di Roberto Cammarata che ha iniziato il proprio percorso in questo settore nel 2004, e ha riunito nel tempo una squadra di professionisti con cui studia soluzioni innovative e sicure. Il team si occupa di salute naturale a 360° ed è in continua crescita.
L’e-commerce di Fitosofia propone un catalogo vasto e trasversale di prodotti erboristici, dai cosmetici naturali agli oli essenziali, fino alle tinture madri e agli integratori green. L’assortimento dello shop prevede anche gemmoderivati, erbe officinali, diffusori a ultrasuoni e molti altri articoli concepiti per il benessere della clientela.
Dietro tutto ciò si cela un lavoro a dir poco meticoloso, nonché una costante ricerca di metodi innovativi ed ecologici. Roberto Cammarata ha iniziato il proprio percorso in questo settore con il lancio sul mercato del Kefiro (bustine di kefir fermentabile) e dell’argento colloidale, e ha messo insieme una squadra di professionisti per sperimentare soluzioni versatili e sicure.
Da secoli e secoli il mondo botanico offre strumenti straordinari, complici della salute dell’uomo. La fitoterapia è una tecnica antichissima, che affonda le radici in epoche remote: i metodi sono stati man mano perfezionati, e oggi i risultati sono davvero notevoli. Gli esperti di Fitosofia, comunque, non si fermano mai e continuano a studiare, confrontare, valutare e analizzare scrupolosamente le proprietà delle piante, con l’obiettivo di fornire rimedi sempre più affidabili.
Contatti:
e-mail:
Telefono: +39 0298996473
Sito Web:



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi