I Maneskin incantano Las Vegas sul palco degli Stones

Pubblicità
Pubblicità

 “Hello Las Vegas! È un onore essere qui ed avere la possibilità di suonare sul palco della band più grande di sempre”. È stato l’esordio di Damiano sul palco di Las Vegas nell’appuntamento finora più importante della carriera dei Maneskin, in apertura del concerto dei Rolling Stones.

I Maneskin candidati agli American Music Awards con Beggin’. Little Steven li elogia su Twitter

La band romana è partita con due brani in italiano, tratti dall’ultimo album Teatro d’Ira: In nome del Padre e Zitti e Buoni, con cui hanno vinto l’ultima edizione del festival di Sanremo.  Poi un’altra decina di pezzi eseguiti da Damiano, Victoria, Thomas e Ethan, che suonano, cantano e danno spettacolo facendo ballare la folla. Fino al tripudio di Beggin’ – il brano che li ha resi famosi negli Stati Uniti e grazie al quale hanno già ottenuto il disco di platino negli States – che incanta l’Allegiant Stadium. Molto apprezzata anche Mamma mia.

Måneskin, il fenomeno che l’algoritmo non sa spiegare

L’ultimo brano è I Wanna Be Your Slave. “È la nostra canzone preferita”, spiega Damiano dopo l’omaggio alla leggenda del rock Iggy Pop con I Wanna Be Your Dog. Tutto questo prima di introdurre sul palco gli Stones.

I Maneskin da Jimmy Fallon annunciano: “Il 6 novembre a Las Vegas apriamo il concerto dei Rolling Stones”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source