I russi chiedono la resa, la folla li caccia

Pubblicità
Pubblicità

Un’altra città circondata, un’altra prova di orgoglio. In questo filmato si vede la delegazione russa che è entrata a Konotop, un centro a metà strada tra la frontiera e Kiev, per chiederne la resa. I negoziatori hanno detto alle autorità locali di alzare bandiera bianca, altrimenti la città verrà distrutta dai combattimenti. Ma la folla li ha mandati via, insultandoli. I militari così tornano al loro fuoristrada con le mani alzate, mentre cittadini li proteggono dai manifestanti. Sembrano essere soldati della Repubblica secessionista di Lugansk, non delle truppe regolari di Mosca: hanno la fascia rossa al braccio e un mezzo civile mimetizzato. La scena avviene alla presenza di un blindato ucraino, con la mitragliera pronta a sparare. Konotop è stata aggirata dalla prima ondata di invasori, che hanno puntato verso la capitale. Poi è stata circondata e adesso rischia di essere travolta: vi abitano 90 mila persone. SEGUI LA DIRETTA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source