I vertici di Stellantis da Papa Francesco, al Quirinale e da Draghi: “Valori e impegno per una mobilità sostenibile”

Pubblicità
Pubblicità

TORINO – I vertici di Stellantis sono stati ricevuti da Papa Francesco e si sono poi recati al Quirinale per un incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Una delegazione, guidata dal presidente di Stellantis, John Elkann, dall’ad, Carlos Tavares, e dal numero uno del brand Fiat, Olivier François, ha dapprima incontrato il Pontefice. “A Bergoglio sono stati presentati gli obiettivi e i valori di Stellantis, l’impegno dell’azienda per una mobilità sostenibile e la Nuova Fiat 500”, spiega il gruppo nato dalla fusione tra Fca e Psa a gennaio di quest’anno.

Elkann, che attraverso la holding Exor controlla anche Gedi che edita Repubblica, Tavares e Francois hanno sottolineato al Papa che “la nascista di Stellantis segna l’inizio di un nuovo capitolo alimentato dall’unione di due case automobilistiche ciascuna con una lunga tradizione, marchi iconici e grandi successi legati proprio all’eterogeneità e al talento dei 300.000 dipendenti che operano in tutto il mondo e nell’insieme dei valori condivisi che guideranno la nuova realtà in questo viaggio: integrità ed etica in tutti i settori della nostra attività e lungo l’intera catena del valore, in una parola “responsabilità sociale d’impresa”.

Secondo i vertici del gruppo tutti questi valori si ritrovano nel Dna della 500 elettrica prodotta a Torino, nello stabilimento di Mirafiori: è il simbolo del cambiamento verso una mobilità più sostenibile, condivisa, più sicura e accessibile a tutti. “Al centro il rispetto dell’ambiente e un messaggio per stimolare scelte e comportamenti responsabili – sottolinea la Casa automobilistica – un invito all’azione per creare un futuro migliore e più sostenibile per le generazioni future”.

Dopo la visita in Vaticano, il presidente Elkann e l’ad Tavares hanno tenuto una videoconferenza con il ministro alla Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti. E successivamente sono stati al Quirinale, per un incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e poi a Palazzo Chigi con il premier Mario Draghi.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source