Il barbaro striscione della curva del Verona: “Bombardate Napoli”

Pubblicità
Pubblicità

VERON – Scatta l’allarme per l’ordine pubblico a Verona a poche ore dalla sfida di campionato tra le squadre di Tudor e Spalletti. Gli ultrà del Verona hanno esposto nella notte all’esterno dello stadio Bentegodi uno striscione folle di istigazione alla violenza, con le bandiere della Russia e della Ucraina e le coordinate geografiche di Napoli: associate come macabro suggerimento ai bombardamenti in corso. In città sono in arrivo oltre duemila sostenitori degli azzurri e i rapporti tra le due tifoserie sono pessime. Si giocherà in un clima di altissima tensione.

Il Verona su Twitter ha condannato il gesto: “Hellas Verona FC si fa portavoce, oggi come sempre, di un messaggio di pace, condannando qualsiasi atto, gesto ed esternazione che possano generare – in qualsiasi forma e misura – incitamento all’odio, alla violenza e alla discriminazione” ha scritto il club scaligero. Su Facebook si è espresso lo scrittore napoletano – tifosissimo degli azzurri – Maurizio De Giovanni: “Il raffinato, intelligente e geografico striscione della curva veronese – scrive -, che dà ai missili russo ucraini la corretta localizzazione dell’obbiettivo. Per chi non lo sapesse, sono le coordinate della mia città. Sempre ammirevolmente pronti a cogliere elementi di stretta attualità per rinnovare la propria profonda idiozia razzista. Solo per farci capire con un plastico esempio a che punto può arrivare l’imbecillità (sub)umana, e come in un cervello troppo angusto possano mescolarsi cose molto serie e fesserie”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source