Il candidato sindaco di centrodestra Damilano perde le staffe con un operaio Embraco

Pubblicità
Pubblicità

Davanti alla tenda degli operai Embraco a Torino, in piazza Castello, qualche momento di tensione durante la visita del candidato sindaco di centrodestra Paolo Damilano, seguito poco dopo da quello di centrosinistra Stefano Lo Russo. Come si vede nel video di Linea Italia Piemonte, Damilano, arrivato dieci minuti in anticipo, si è irritato con uno degli operai di Riva di Chieri che gli ha consigliato di non andare via e di aspettare l’arrivo dello sfidante Lo Russo, in ritardo di qualche minuto: “Ragazzi quello che dovevo fare l’ho fatto quello che dovevo dire l’ho detto. Ora devo andare”, ha detto il candidato di centrodestra. “Se lei va via adesso fa solo un favore a Lo Russo”, la risposta dell’operaio. “Non sarebbe uno sgarbo – ha risposto Damilano – mi avete chiamato per mezzogiorno, sono venuto, ho preso degli impegni precisi, volete anche impostare la mia campagna elettorale. Piuttosto dite all’altro candidato che doveva essere qui a mezzogiorno. Io sono una persona educata, ma non dovete venire a dirmi cosa devo fare”. L’operaio aggiunge: “Secondo me sta sbagliando”. E il candidato risponde: “Secondo me lei sta sbagliando a dirmi che cosa devo fare io. Io sono venuto a dirmi il mio impegno, lei non può dirmi cosa devo fare”, la replica di Damilano. “Perché sta usando il tono autoritario? Le sto chiedendo di rimanere, le sto dando un consiglio”, dice l’operaio. Il candidato del centrodestra decide comunque di andare, dopo aver stretto la mano con l’operaio, e chiuso il battibecco.Nel frattempo, arriva Lo Russo, Damilano torna indietro e scatta la stretta di mano tra i due avversari, ma il clima non è dei più distesi.

Di DIEGO LONGHIN

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source