Il cane-robot che può compiere le missioni più pericolose: ecco come funziona

Pubblicità
Pubblicità

“I suoi utilizzi possono spaziare dagli impianti di energia, dove è in grado di capire se vi siano temperature anomale o fughe di gas, ai disastri naturali, può aiutare i soccorritori a ricercare superstiti”. Emanuele Gherardini, ingegnere e partner della società di digital services Reply, spiega così le frontiere di utilizzo di Spot, il robot quadrupede dall’inconfondibile livrea gialla realizzato da Boston Dynamics le cui video-dimostrazioni sono diventate virali su Internet. A Italian Tech Week 2021, la tech conference a cui ha partecipato Elon Musk, Spot ha attirato la curiosità dei passanti. “In una fase di addestramento può imparare un percorso e poi – spiega Gherardini – è in grado autonomamente di riprodurlo, evitando ostacoli e memorizzando informazioni sul mondo che lo circonda”. Durante Itw, per ragioni di sicurezza, Spot è stato teleguidato da un operatore di Reply che, seguendo la filosofia “aperta” di Spot, ha implementato la sua struttura con fotocamera, sensori e algoritmi di intelligenza artificiale: “Nessuno dei nostri clienti in Italia o nel mondo – conclude Gherardini -parla di sostituzione del robot agli esseri umani. Si tratta di coadiuvare l’uomo per evitare che compia attività molto pericolose”. Le aziende e gli sviluppatori possono acquistare Spot per utilizzi che non prevedano, appunto, minacce per l’uomo, al prezzo di 74,500 dollari.

di Andrea Lattanzi

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source