Il cantante Povia positivo al Covid, l’ironia di Cartabellotta (Gimbe) scatena la polemica sul web

Pubblicità
Pubblicità

A canticchiarlo, il tweet delle polemiche farebbe così: “Finché i cretini fanno(eh)/Finché i cretini fanno(ah)/Finché i cretini fanno “boom”. #Povia”.  Polemiche perché a “cinguettarlo” e cambiare la parola bambini con cretini è stato un medico, il presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta che, su Twitter, ha voluto commentare così la notizia della positività al Covid di Giuseppe Povia. Utilizzando proprio la parodia della canzone che il cantante – non vaccinato e pubblicamente schierato su posizioni no va – portò a Sanremo. Lui ebbe il suo grande momento di notorietà, la canzone divenne tormentone.

Ma il tormentone di oggi è la valanga di reazioni, pro e contro, che si sono scatenate tra il popolo del web. Critiche, commenti indignati, ma anche a favore del sanitario, tanto da fare schizzare in vetta alle tendenze topic gli hashtag #Povia e #cartebellotta.

Il primo a intervenire su Instagram è lo stesso cantante, che aveva annunciato la sua positità sabato pomeriggio scusandosi che, proprio per questo motivo, non poteva prendere parte a una manifestazione organizzata a Genova dai no green pass. “Un milione a chi dice che io dico che il covid non esiste…dove lo avrei detto? In tal caso siete intelligenti asintomatici (potevo dire coglioni ma sono educato). Buone dosi infinite.

Tra i commentatori del post, anche volti noti della politica e della tv. “Il Dott. Cartabellotta prende in giro Povia (che si è ammalato) usando le sue strofe. Legittimo. Ma, sempre secondo me, ironizzare su chi si ammala, no Vax o si Vax, non è cosa bella. Tanto più se fatto da una persona accreditata come esperto”, scrive Guido Crosetto. “Mi incuriosirebbe chiedere a Cartabellotta, che definisce Povia un cretino, e come tale merita di fare boom (perché ‘se la sarebbe cercata’), se anche un drogato o alcolizzato per lui meritano di fare boom”, aggiunge Hoara Borselli. Qualcuno difende Cartabellotta. “Ha solo citato una canzone di Povia”, scrive più di un utente. “Il mio tweet riprendeva solo il testo originale di una canzone di Povia. A seguire: Attacchi personali dai ‘soliti noti’; Tonnellate di insulti; Minacce di morte”, si è lamentato in un tweet successivo Cartabellotta.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source