IL CORONAVIRUS NEL MONDO – 14 MAGGIO

Libero Quotidiano News

14 maggio 2020
Condividi:

Milano, 14 mag. (askanews) – Alcune immagini dal mondo sull’emergenza coronavirus, il 14 maggio.
Dopo 47 giorni riaperte le spiagge della contea di Los Angeles, Venice beach subito presa d’assalto dai surfisti. Ma con alcune restrizioni, visto che l emergenza coronavirus negli Stati Uniti è tutt altro che passata. Rimane il divieto di stendersi a prendere il sole o di fare picnic sulla sabbia, tutte misure che puntano a contenere i contagi e a far rispettare il distanziamento sociale.
L’esercito sorveglia le strade deserte di Beirut per verificare che nessuno violi il divieto di uscire, se non per stringente necessità. Il Libano dopo aver tentato di tornare alla normalità è infatti di nuovo in isolamento, a causa di una impennata di casi. In tutto ci sono stati 886 casi nel Paese e 26 morti dall’inizio della pandemia.
Allenamento casalingo per Divyansh Singh Panwar, atleta indiano campione mondiale di carabina. Con i campi da tiro chiusi, il 17enne, che vive in una casa di poche stanze non sapeva come allenarsi, finché il suo coach non gli ha prestato casa sua. Qui ha ricavato uno spazio di 10 metri per potersi allenare, col beneplacito della federazione e dei vicini di casa.
In Iraq il pellegrinaggio ai luoghi di culto previsto dal Ramadan quest’anno per molti è virtuale. I fedeli pregano di fronte alle immagini trasmesse dagli smartphone. A Najaf, nell’importante moschea dell’imam Alì, è stata predisposta una linea telefonica gratuita che guida i fedeli nel faticoso esercizio della loro fede in tempo di coronavirus.
Il personale dell’ospedale di Madrid ha reso omaggio ai medici e gli infermieri morti per Covid-19. Un minuto di silenzio in onore di chi si è ammalato e ha perso la vita per salvare quella degli altri. La Spagna è uno dei Paesi più colpiti in Europa insieme all’Italia con 228mila casi e oltre 27mila morti.

Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi