Il direttore Barbera: “Sul red carpet tornano i divi e un cinema italiano di nuovo forte”

Pubblicità
Pubblicità

Alberto Barbera sul tappeto rosso nuovo della sezione Orizzonti annuncia l’arrivo di molti divi alla Mostra che si apre oggi: “Mai come quest’anno hanno tutti voglia tornare a Venezia. Speriamo sia davvero quella ripartenza che ci siamo illusi potesse iniziare esattamente un anno fa”. Barbera sottolinea la capacità di rinnovamento della rassegna: “Anziché restare legati a criteri e a principi che sono in parte superati, abbiamo preso dei rischi, aperto alla realtà virtuale, introdotto un premio del pubblico. Oggi non ci si può permettere di fare un film senza pensare a chi guarda, bisogna cercare un dialogo una mediazione rispetto agli spettatori”. A proposito della presenza italiana forte, cinque autori in gara, spiega che “da anni il nostro cinema non era così forte, propositivo, nuovo. Anche nel cinema italiano c’è quel rinnovamento generazionale che da tempo auspicavano. La volontà di raccontare storie nuove in modo diverso, senza rinunciare alla lezione del passato, ma inventando narrazioni del tutto originali”. Infine, la sicurezza: “Quest’anno abbiamo attuato la stessa procedura che l’anno scorso ha funzionato, con la novità che bisognava controllare i Green Pass o i tamponi. Abbiamo scoperto che solo 10% accreditati non ha ancora fatto il vaccino, è un grande vantaggio. Abbiamo allestito 12 punti per i tamponi, per garantire a tutti di vivere il festival senza correre rischi”.

Intervista di Arianna Finos
Riprese e montaggio di Rocco Giurato

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source