Il Drake al cinema, in primavera le riprese del film su Enzo Ferrari

Pubblicità
Pubblicità

Un’altra puntata della vita di Enzo Ferrari, stavolta sul grande schermo. Esatto, la biografia del Drake mancava al cinema, e allora ecco in arrivo “Commendatore”, un lungometraggio diretto da Michael Mann.

Il fondatore della Ferrari sarà interpretato da Adam Driver (Kylo Ren nell’ultima trilogia di Star Wars e Maurizio Gucci in “La casa di Gucci”), e sostituisce Hugh Jackman che avrebbe dovuto inizialmente essere il protagonista. Le riprese inizieranno in primavera, a Modena e nella Motor Valley emiliana.

Il film dedicato a Enzo Ferrari è tratto dal libro di Brock Yatesnon “Enzo Ferrari – L’uomo e la macchina” e non riguarderà l’intera vita dell’italiano, ma – udite, udite – l’estate 1957: uno dei momenti più difficili della sua vita, tra difficoltà economiche e tragedie personali (la morte del figlio Dino, nel 1956) e infine il matrimonio con Laura Garello/Penelope Cruz.

Difficoltà che portarono Enzo Ferrari a scommettere tutto su una sola gara, la Mille Miglia. Un’edizione trionfante e tragica allo stesso tempo: tre Ferrari sul podio (le 315 S di Piero Taruffi e Wolfgang von Trips e la 250 GT Berlinetta di Olivier Gendebien), ma anche la 335 S n. 531 di Alfonso de Portago contro un palo del telefono (per lo scoppio di una gomma) e la morte di 10 spettatori travolti, oltre allo stesso Alfonso de Portago e il suo copilota, Edmund Nelson. Fu proprio quell’incidente – passato alla storia come la “Tragedia di Guidizzolo” – a segnare la fine della “corsa più bella del mondo”. La Mille Miglia tornò poi solo nel 1977, ma come gara di regolarità riservata ai modelli storici.

Dal punto di vista cinematografico Michael Mann torna a occuparsi della Ferrari dopo “Le Mans ’66 – La grande sfida”, film dedicato alla rivalità tra Ferrari e Ford di cui il regista americano era anche produttore: fu Remo Girone a interpretare Enzo Ferrari.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source